martedì 27 09 22
HomeEsclusive - ESCLUSIVA Vito Giordano: "La Salernitana è partita bene"

[VIDEO] – ESCLUSIVA Vito Giordano: “La Salernitana è partita bene”

- Advertisment -spot_img

Un Vito Giordano a tutto tondo è intervenuto ieri sera al Gala del Calcio Salernitano 2017 per premiare calciatori e dirigenti sportivi dello scorso campionato ed essere premiato del Premio speciale Stammece accort. Noi di SalernoSport24, curatori dell’evento con Salernoinweb, ne abbiamo approfittato per fargli qualche domanda e lui ci ha salutato con il #selfie-saluto che sta spopolando sul nostro canale.

Ciao Vito. Ti sta piacendo questo campionato di serie B?

“Credo che la serie B di quest’anno non si sia ancora rivelata, dobbiamo aspettare un po’. Alcune squadre, come ad esempio il Frosinone che primo, non abbiano ancora fatto vedere la loro differenza tecnica rispetto alle altre”.

E, invece, la Salernitana, cosa manca a questa secondo te?

“La Salernitana ha una buona intelaiatura di base. In realtà credo che sia anche partita bene rispetto al rumoreggiare della piazza. A Carpi ha perso solo per un errore difensivo, e nelle gare in cui è riuscita a recuperare situazioni pericolose, ha dimostrato grande carattere. Bisogna dar tempo a questi ragazzi, e allenatore, di trovare l’impianto di gioco migliore. Bollini poi è uno bravo, non dimentichiamoci che qualche anno fa era il secondo di Reja a Bergamo. Rodriguez è un gran bel giocatore, ha testa, osserva la difesa avversaria e ne sfrutta le debolezze per colpire. Bocalon per me può fare grandi cose da seconda punta”.

Con quale modulo dovrebbe giocare?

“Il 4-3-3 è un bel modulo se hai i giocatori per poterlo fare, al momento non credo che sia la scelta migliore, servirebbe un playmaker ma Signorelli non è al 100%. Potrebbero Minala e Ricci ma vedo questa squadra più produttiva con un gioco di fasce”.

Affluenza allo stadio sempre più scarsa. Dov’è l’errore?

“Oggi investire significa esporsi, ed esporsi, come hanno fatto altre squadre, è rischioso. Credo che la piazza debba avere pazienza, fare quello che hanno fatto loro, Lotito e Mezzaroma ma anche Fabiani, non era affatto scontato, riportando la Salernitana in serie B. L’obiettivo è quello di mantenere la categoria per poi assestarsi col tempo e puntare in alto”.

Se dovessi suggerire un giovane calciatore alla Salernitana, chi proporresti?

“Non sento di suggerire nessuno poiché non hanno bisogno di me per scovare i calciatori funzionali al mister”.

Di cosa ti occupi adesso? Qualche nuovo incarico all’orizzonte?

“Ero un impiegato comunale e quest’anno sono andato in pensione. Ora il mio obiettivo è il patentino di procuratore. Io ho iniziato a stare nel mondo del calcio quando non ce n’era bisogno ma oggi serve, per cui anch’io mi metterò ‘in regola’, certo è che non mi fermo”.

Complimenti per il premio che hai ritirato questa sera. Ce lo fai un bel saluto?   

Il #selfie-saluto di Vito Giordano:

Dopo Vito Giordano, vieni a vedere chi ha già usato il #selfie-saluto sul nostro canale di Youtube, clicca qui.

Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino, giornalista, editore e scrittore. Ha lavorato presso Cronache di Salerno, TuttoSalernitana, Granatissimi ed è direttore di SalernoSport24. Alla radio ha lavorato presso Radio Alfa, e attualmente conduce due programmi sportivi a RCS75 - Radio Castelluccio, Destinazione Sport e Destinazione Arechi. Ha pubblicato due libri: Angusti Corridoi (2012) con la casa editrice Ripostes, e La vita allo specchio - Introspettiva (2020) con la Saggese Editori, con prefazione dello scrittore Amleto de Silva.
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: