lunedì 26 09 22
HomeEsclusive - ESCLUSIVA Franco Colomba: "Il derby ha una storia a sé....

[VIDEO] – ESCLUSIVA Franco Colomba: “Il derby ha una storia a sé. Avellino squadra solida”

- Advertisment -spot_img

Franco Colomba è stato calciatore prima, per cinque anni, all’Avellino in serie A, poi allenatore. Nel mezzo la panchina con la Salernitana che gli diede la vetrina che meritava. Tra pochi giorni si ripete il derby campano più sentito e, dopo aver intervistato Vincenzo Fusco, abbiamo pensato di contattare un altro allenatore per parlarci di questo Avellino-Salernitana in casa di Franco Colomba come si vive.

Buonasera mister. Sono passate poche settimane da quando ci siamo sentiti, da allora la Salernitana ha continuato e sabato c’è il derby. Cosa ne pensa? 

“Essendo un derby, valgono anche altri fattori, quelli ambientali. Penso che sia una gara a se stante e che tutte e due godano delle stesse possibilità di vittoria quindi”.

L’Avellino che ha perso a Bari non rincuora i tifosi della Salernitana. Una squadra forte e che arriva a questo derby in salute. I calciatori di Bollini potranno fare risultato secondo te? 

“La mano di Novellino si vede, la formazione irpina mi pare più solido rispetto al passato, anche per questo potrebbe essere più difficile riuscire a fare punti al Partenio”.

Nonostante stenti a decollare, questa squadra dimostra carattere, lo testimoniano tutte le rimonte fatte. Si può andare avanti solo di carattere? 

“Il carattere è la base su cui impostare una squadra e senza non si fa nulla. Non mi sembra abbia solo quello ed il derby sarà l’occasione per dimostrarlo anche se l’Avellino mi pare più in forma in questo momento nonostante la sconfitta di Bari”.

Capitolo biglietti: 800 per i supporter granata, pochini rispetto a quanti ne vengono solitamente concessi dalla dirigenza della Salernitana agli ospiti. Possibile che ad Avellino vogliano limitare quanto più possibili l’impatto del tifo granata al Partenio-Lombardi? 

“Non conosco le dinamiche ma in competizione ciò che è lecito si può sfruttare ed il pubblico di Salerno ed Avellino è spettacolare”.

Il rigore parato da Adamonis nella sfida con l’Ascoli rischia di creare, in casa granata, un ballottaggio tra il lituano e Radunovic. La competizione quanto può far bene quando si tratta del ruolo di portiere? 

“Il ruolo di portiere è delicato e per me deve esserci un titolare ed un secondo, sempre fiducia massima al primo finché non c’è uno scadimento di forma evidente ed al secondo quando viene chiamato in causa”.

C’è qualche giocatore che l’ha interessata di più degli altri nella Salernitana? 

“E’ il centrocampo che prende la mia attenzione, infatti, io sono un estimatore di Francesco Della Rocca che mi piace molto per qualità e quantità”.

Sabato per chi farà il tifo?  

“Ad Avellino cinque anni di serie A e di vita indimenticabili da giocatore ed uno da allenatore con una rimonta pazzesca finita male con uno spareggio perduto. A Salerno un anno fantastico ed un mezzo anno da dimenticare…”.

Lo fa un pronostico per sabato?

“Auguro il meglio a tutte e due per la stagione ed in questa partita credo che l’Avellino sia favorito”.

Riproponiamo il #selfiesaluto di mister Franco Colomba.

https://www.youtube.com/watch?v=CFo38QGIxiE

Clicca qui per vedere il nostro canale YouTube di SalernoSport24.

Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino, giornalista, editore e scrittore. Ha lavorato presso Cronache di Salerno, TuttoSalernitana, Granatissimi ed è direttore di SalernoSport24. Alla radio ha lavorato presso Radio Alfa, e attualmente conduce due programmi sportivi a RCS75 - Radio Castelluccio, Destinazione Sport e Destinazione Arechi. Ha pubblicato due libri: Angusti Corridoi (2012) con la casa editrice Ripostes, e La vita allo specchio - Introspettiva (2020) con la Saggese Editori, con prefazione dello scrittore Amleto de Silva.
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: