domenica 13 11 22
HomeEsclusiveIntervista ad Abbes Mouhiidine, il giovane pugile salernitano in corsa per Tokyo...

Intervista ad Abbes Mouhiidine, il giovane pugile salernitano in corsa per Tokyo 2021

- Advertisment -spot_img

Abbiamo intervistato Abbes Mouhiidine, 21enne pugile di Mercato San Severino in corsa per le Olimpiadi di Tokyo. Il giovane pugile salernitano dovrà attendere ancora un altro anno per poter strappare il pass olimpico, ma siamo certi che arriverà pronto all’appuntamento.

Abbes Mouhiidine e l’appuntamento con Tokyo

A causa del Coronavirus la rincorsa di Abbes Mouhiidine per il sogno a “5 cerchi” si è interrotta sul più bello. Il giovane pugile salernitano, infatti, ha visto i suoi sogni spezzarsi mentre era a Londra a gareggiare per la qualificazione olimpica; in quell’occasione siamo venuti a conoscenza, insieme a lui, dell’annullamento del torneo pre-olimpico e, in seguito, la Manifestazione è stata ufficialmente rinviata al 2021.

Il giovane atleta, come è risaltato dalle parole che ci ha lasciato, è rimasto molto amareggiato, ma da grande pugile quale è si è già rialzato ed è partito al contrattacco.

Buon pomeriggio Abbes, innanzitutto come stai e come stai trascorrendo questa quarantena?

«Buon pomeriggio a voi. Fortunatamente sto bene e per evitare rischi sto trascorrendo le mie giornate a casa in auto-quarantena. Le giornate trascorrono lente ma gli allenamenti e gli obiettivi che mi sono prefissato mi aiutano durante le 24 ore».

A proposito di allenamenti. Riesci ad allenarti a pieno regime tra le mura domestiche?

«Purtroppo no, però con gli attrezzi che ho in casa riesco a fare moltissime cose. Spero tutto possa risolversi al meglio ed il prima possibile, non solo per me ma per tutte le persone che si trovano in difficoltà in questo periodo».

Prima l’annullamento del torneo di qualificazione alle Olimpiadi ed in seguito il rinvio della Manifestazione al 2021. Come hai reagito tu a questa notizia?

«Come ti ho detto la prima volta è stato un duro colpo, mi è dispiaciuto moltissimo ed ancora oggi ne sono molto amareggiato. Ho fatto moltissimi sacrifici e per un attimo ho temuto potessero essere vanificati. La notizia dello slittamento al 2021, invece, mi ha galvanizzato e la voglia di rivalsa e di poter tornare a guadagnarmi il pass olimpico mi dà una forza eccezionale. Non vedo l’ora di tornare sul ring!».

Invece per quanto riguarda il Team Italia?

«Il Team Italia sta reagendo bene, siamo tutti molto carichi e desiderosi di ottenere la qualificazione a tutti i costi. Ci sentiamo tutti i giorni per motivarci ed è come se fossimo sempre insieme. E’ vero che il pugilato è uno sport individuale, ma noi siamo molto uniti, come una grande famiglia anche anche fuori dal ring».

Sai già dirci qualcosa sul ritorno alle gare?

«Purtroppo no, è tutto in stand-by. Qualora ci saranno novità ve le racconterò con molto piacere, non vedo l’ora di tornare a gareggiare e che tutto torni alla normalità!».


Il video-saluto di Abbes Mouhiidine ad i lettori di SalernoSport24


 

Luigi Lodato
Luigi Lodato
Luigi Lodato nasce a Salerno nel 1993. Residente a Roccapiemonte, ridente cittadina dell'Agro, si avvicina al giornalismo ad inizio 2010 sulle onde radio di Radio Blue Star, grazie alla quale ottiene l'iscrizione all'albo dei pubblicisti nel 2012. Fino al 2015 è corrispondente e reporter per la radio e svariate testate giornalistiche dell'Agro. Ritorna a scrivere nel 2017 sul sito tematico Granatissimi e, dal 2018, entra nella famiglia di SalernoSport24 come redattore per divenire, in seguito, caporedattore e responsabile alle interviste. Qualche citazione, tanta imparzialità ed un pizzico d'ironia per invogliare alla lettura, buon viaggio sul nostro giornale!
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: