lunedì 26 09 22
HomeEsclusiveESCLUSIVA V. Tosto: "Empoli forte ma si può battere"

ESCLUSIVA V. Tosto: “Empoli forte ma si può battere”

- Advertisment -spot_img

Una A con la Salernitana e tante avventure con i granata da quel gol al Barletta. Poi l’Europa League con l’Empoli. Dopo Daniele Balli non potevamo che chiamare Vittorio Tosto, un altro degli eroi che conquistarono quella splendida promozione nel campionato di serie B 1997-1998, il cui nome rappresenta un fan club granata e che ancora oggi, dopo tanti anni, continua la sua esposizione ad ogni partita della Salernitana. Noi di SalernoSport24 abbiamo contattato Vittorio Tosto che domani incontreremo allo stadio per Salernitana-Empoli e abbiamo avuto con lui una bella chiacchierata durante il suo viaggio verso Salerno.

Ciao Vittorio. Sabato arriva una partita importante, una prova del nove per i granata.

“L’avversario di domani è tra i più complicati che poteva toccarci. L’Empoli è molto forte ed è la squadra da battere in B, costruita per la promozione diretta in serie A”.

Come si batte una squadra come quella toscana?

“I tre difensori centrali sono alti e non il massimo su palleggio. Se aggrediti possono sbagliare; non a caso, in trasferta, l’Empoli ha preso molti gol. Questo può essere il tallone d’Achille “.

Ti sta piacendo questa serie B?

“Mi sta piacendo molto questa prima fase, è divertente e ricca  di gol. Non c’è ancora una squadra regina e, anche la classifica, non ha un sua fisionomia. E’ certamente la serie B più interessante degli ultimi anni”

Oggi a Salerno c’è Vitale in quel che era il tuo ruolo. Cosa pensi di lui?

“E’ forte, davvero molto forte. Credo che nel suo ruolo sia il migliore di tutta la categoria. Ha un piede fantastico, oro per gli attaccanti che si aspettano i suoi cross”.

Sappiamo che sei un acceso tifoso della Salernitana. Anche nell’Empoli hai giocato tanto. Come sarà diviso il tuo cuore sabato?

“Ho giocato per anni sia a Salerno che a Empoli. Con entrambe le squadre ho raggiunto traguardi importantissimi per la storia dei due club. Mi piacerebbe che la Salernitana arrivasse ai livelli dell’Empoli che negli ultimi anni ha fatto più serie A che B. Per scelta nel cuore sento il granata. Domani è una partita importante, per la Salernitana e anche per me, infatti, sto scendendo per assistere alla gara direttamente dall’Arechi”.

Ce lo fai un bel saluto?

Vieni a vedere il nostro canale Youtube, troverai tanti altri selfiesaluto.

Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino
Lino Grimaldi Avino, giornalista, editore e scrittore. Ha lavorato presso Cronache di Salerno, TuttoSalernitana, Granatissimi ed è direttore di SalernoSport24. Alla radio ha lavorato presso Radio Alfa, e attualmente conduce due programmi sportivi a RCS75 - Radio Castelluccio, Destinazione Sport e Destinazione Arechi. Ha pubblicato due libri: Angusti Corridoi (2012) con la casa editrice Ripostes, e La vita allo specchio - Introspettiva (2020) con la Saggese Editori, con prefazione dello scrittore Amleto de Silva.
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: