giovedì 30 05 24
spot_img
HomeCalciomercatoTra realtà e cavalli di ritorno, Salernitana a lavoro
spot_img

Tra realtà e cavalli di ritorno, Salernitana a lavoro

spot_img
spot_img

Manca poco più di un mese all’inizio della finestra di calciomercato di gennaio dove sarà protagonista anche la Salernitana, e con il mondiale che vede l’Italia inesorabilmente alla finestra – o alla TV -, l’attenzione dei tifosi sulle scelte del club, non può che avere la presa maggiore. Tantissimi i nomi nuovi, più i tanti cavalli di ritorno, che circolano in queste ore.

Salernitana, calciomercato e strategie…

La Salernitana ha un significativo vantaggio sulla terzultima in classifica. Un disavanzo piacevole per i tifosi granata che nella scorsa stagione vivevano il campionato alla giornata, godendosi il momento della Serie A, con totali incertezze sul futuro. Oggi, appunto, 17 punti in classifica e tre giocatori al Mondiale del Qatar dove, se vi fossero stati anche gli Azzurri, forse anche Mazzocchi avrebbe potuto dire la sua (aglia!).

La rosa ha delle lacune, sicuramente, anche a causa di infortuni repentini, troppe partite ravvicinate e squadre che hanno l’obiettivo di salvarsi che, soprattutto da gennaio, dovranno avere una rosa più simile ad una squadra che lotta su più fronti. E non è la stessa cosa senz’altro: non lo è per un allenatore, non lo è per un DS, non lo è neppure per un club costretto a sborsare cifre che post pandemia decise da una FIFA che ha venduto il mondiale al miglior offerente.

Gli obiettivi, tra reali e cavalli di ritorno

Da chiarire subito: difficilmente vedremo davvero dei cavalli di ritorno. Chi vorrebbe la piazza (vedi Simone Verdi), potrebbe non rientrare nella visione di un quadro d’insieme. Chi vorrebbe Djuric (eternamente grati) dimentica che in squadra c’è un certo Boulaye Dia (in gol al Qatar e Man of the match il 25 novembre). Si è parlato, per il tempo che ha la concentrazione di una mosca, di un ritorno anche di Ederson, venduto per la cifra valutativa di 25 milioni di euro e che a Bergamo gode di un’alta considerazione da parte di Gasperini.

Cosa c’è di vero quindi? Beh, ci sono Bove, Zurkowski e Nuytinck voci semi confermate dagli addetti ai lavori, o meglio, il “preferisco non parlare” non sappiamo come altro lo si potrebbe interpretare. Ci sono poi Bakayoko, Gabbia e si fantasticano Pereyra e Filippo Ranocchia.

Nel frattempo alcuni dei giocatori arrivati da gennaio, e anche dall’estate, fanno gola a molti club, tra questi è proprio l’attaccante senegalese Dia. Ma la Salernitana non si farà sfuggire il calciatore, per lui è già pronto il riscatto fissato a 12 milioni e, siamo sicuri, che a fine mondiale Dia potrà valere già molto di più.

spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari