lunedì 26 09 22
HomeFrontpageVerso Salernitana-Lazio: il gioco di Maurizio Sarri

Verso Salernitana-Lazio: il gioco di Maurizio Sarri

- Advertisment -spot_img

Si avvicina il giorno di Salernitana-Lazio, match valido per la 22° giornata di Serie A Tim 2021-2022. La Lazio di Sarri sta avendo risultati molto altalenanti nel corso del campionato riuscendo, solo a tratti, ad esprimere il gioco spumeggiante che ha caratterizzato le sue squadre.

I dogmi del gioco di Sarri

La Lazio, con il cambio in panchina, ha deciso di dare una svolta importante passando dal 3-5-2 di Inzaghi, con una linea difensiva bassa ad un 4-3-3 con una linea difensiva molto alta. La caratteristica principale è il possesso palla, con verticalizzazioni e baricentro molto avanzato, con i due centrali sulla linea di centrocampo.

La costruzione della Lazio parte del basso, con il portiere (prima Reina poi Strakosha) che parte costruendo con i due centrali

Costruzione dal basso Lazio vs Sassuolo |ph:Web

Tuttavia in caso di pressione molto alta da parte della squadra avversaria la squadra di Sarri non disdegna la palla lunga a cercare, per lo più, Milinkovic-Savic bravissimo con i palloni aerei

Milinkovic-savic riceve palla alta contro l’Inter |ph: Web

La costruzione della Lazio passa certamente per le mezze ali, le quali danno tanta qualità alla manovra con verticalizzazioni improvvise per mettere in moto i tre attaccanti. Si ricerca spesso la palla verso lo spazio che, le ali e la punta Immobile, amano occupare per cercare conclusioni improvvise.

La manovra della Lazio è quindi molto rapida ed avvolgente con i reparti molto stretti tra di loro in modo da poter continuare la trama anche vicino l’area di rigore avversaria dove spesso il centravanti funge anche da boa per gli improvvisi tagli delle ali oppure per gli inserimenti dei centrocampisti.

Abbiamo parlato precedentemente di come la squadra di Sarri non goda di un’ottima continuità sia per quanto riguarda i risultati ma anche per il gioco espresso; il fattore determinante è Luis Alberto, detto “il mago”, che sta pian piano ricucendo un rapporto con l’allenatore Toscano iniziato non nel migliore dei modi.

Assist d’esterno di Luis Alberto per Zaccagni Vs Genoa|Ph: DAZN Italia

Proprio il centrocampista Spagnolo è capace di verticalizzare in maniera veloce ed improvvisa per i tagli degli attaccanti.

I punti deboli della Lazio

Gli aquilotti fin qui stanno facendo un campionato al di sotto delle aspettative; la posizione in campionato non soddisfa i tifosi ed il gioco ricercato dal tecnico toscano è visibile solo a tratti; la rosa della Lazio sembra non sia perfetta per il gioco di Sarri che sta avendo difficoltà soprattutto nella fase difensiva.

I biancocelesti hanno subito fin qui ben 39 reti, gli stessi del Genoa, un numero altissimo per una squadra di alta classifica. Il gioco spavaldo proposto dai capitolini non è accompagnato da un equilibrio che il tecnico sta cercando di trovare.

L’azione chiave per sottolineare le lacune difensive della Lazio la possiamo riscontrare nell’azione gol subito, e successivamente annullato per fuorigioco millimetrico, contro l’Inter

Errore in fase difensiva vs Inter |ph:Web

I centrali biancocelesti spesso non riescono a fronteggiare questo tipo di situazioni di gioco, un problema dovuto all’abitudine di un sistema di gioco che, con Inzaghi, prevedeva una difesa a 3 ed una linea più bassa

Spesso però la squadra va’ in contro a veri e propri blackout durante la partita, com’è capitato, ad esempio, contro L’Empoli nell’azione del 2-3

Errore di Patric che porta al gol del momentano 2-3 contro l’Empoli |ph: DAZN

Patric lascia scoperta la linea di passaggio per l’attaccante che riesce a ribadire facilmente a rete.

I difensori biancocelesti non sono nuovi a questi errori individuali, tuttavia però non tutte le colpe sono da addossare alla difesa; le difficoltà della fase difensiva dipendo anche dalla difficoltà dei centrocampisti nell’aiutare la difesa in caso di transizione negativa

Trasizione negativa che porta al gol di un indisturbato Molina |ph: Serie A TIM

In questa azione Milinkovic-Savic sbaglia l’intervento portando così i due centrali ad affrontare un contropiede in inferiorità numerica di due uomini, il ché porterà al gol indisturbato di Molina dentro l’area di rigore.

 


Potrebbe interessarti anche:

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: