martedì 28 05 24
spot_img
HomeFrontpageVerso Napoli-Salernitana: i dubbi tattici di Paulo Sousa
spot_img

Verso Napoli-Salernitana: i dubbi tattici di Paulo Sousa

spot_img
spot_img

Sabato 29 aprile, alle ore 15:00, la Salernitana sarà impegnata sul campo del Napoli e Paulo Sousa deve studiare il piano per contrastare i partenopei. Gli azzurri, dopo la vittoria di Torino contro la Juventus, sono vicinissimi a sollevare il terzo Scudetto della loro storia e i granata potrebbero giocare il ruolo di momentanei guastafeste. Il tecnico lusitano cambierà ancora tattica in base all’avversario o si affiderà all’usato sicuro?

Paulo Sousa: nuovi cambiamenti tattici in vista?

La peculiarità che ha caratterizzato, fino a questo momento, la gestione di Paulo Sousa in questa stagione è l’incredibile adattabilità tattica data alla squadra in base all’avversario da affrontare.


Ti potrebbero interessare anche:


Un’impronta, quella data dal tecnico lusitano, indelebile che ha reso i granata una delle compagini più temute in questo periodo e che ha permesso all’Ippocampo di stabilire il record di risultati utili consecutivi in una singola stagione di Serie A: ben otto. Da quando è arrivato a Salerno, Sousa ha ottenuto due vittorie e sei pareggi, per un bottino totale di 12 punti. Fa scalpore pensare che, in questa serie di risultati utili consecutivi, ci siano di mezzo anche due pareggi di lusso contro il Milan a San Siro e l’Inter in casa.

Vista, però, l’efficacia mostrata dalla squadra nella partita stravinta contro il Sassuolo, avrebbe senso cambiare ancora? Innanzitutto, si parte dal presupposto che il Napoli non è il Sassuolo e viceversa: i partenopei, lanciatissimi verso il terzo Scudetto, giocheranno sulle ali dell’entusiasmo e, unito ciò alla loro superiorità in fatto di organico, potrebbe essere un problema non da poco per l’assetto tattico. Sousa potrebbe confermare in blocco lo stesso undici di sabato scorso come potrebbe mischiare di nuovo le carte in tavola. Di certo, fermare Kvaratskhelia e Osimhen non è la stessa cosa che fronteggiare Laurienté e Defrel (con tutto il rispetto per questi ultimi), quindi potrebbe non bastare la disciplina di Kastanos e Lovato.

Si potrebbe rivedere dal primo minuto Mazzocchi, ormai pienamente ristabilito, e in difesa ci potrebbe essere una chance per Bronn o per Daniliuc. In attacco si potrebbe rivedere il più esperto Piątek come potrebbe ottenere una nuova chance Botheim. Insomma, la mente di Sousa vacilla pensando alle possibilità, ma il tecnico lusitano ha dimostrato di saper studiare l’avversario e le relative contromisure.

spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari