venerdì 14 06 24
spot_img
HomeSportBASKETScafati fa doppietta con la Scaligera, salvezza più vicina
spot_img

Scafati fa doppietta con la Scaligera, salvezza più vicina

spot_img
spot_img

Si conclude la partita valida per la ventottesima giornata di Serie A per Scafati Basket. Per i gialloblù di Sacripanti era una sfida salvezza importante.

Scafati Basket, Serie A: salvezza più vicina

La partita si presentava come una chiara occasione per Scafati Basket di staccare la zona retrocessione in Serie A. Dopo la gran prestazione interna contro i bianconeri della Virtus Bologna, ci voleva continuità e carattere per trovare la vittoria. Tuttavia, i colori di Verona portano fortuna alla squadra dell’agro, dato che l’anno scorso i ragazzi di Rossi si imposero sia all’andata che al ritorno e anche quest’anno la sfida tra le due squadre ha coinciso con la prima vittoria in campionato per Scafati.


Ti potrebbero interessare anche:


La cronaca

I gialloblù dell’agro si presentano sul parquet con lo starting five: Stone, Hannah, Okoye, Pinkins e Thompson. Dall’altro lato del campo, coach Ramagli risponde con: Cappelletti, Simon, Anderson, Langevine e Davis. All’inizio sono proprio i campani a dominare il match, portandosi subito sul 6 a 0. I veneti ci mettono oltre due minuti per realizzare il primo canestro, risultato di una difesa arcigna disegnata da Sacripanti. Proprio dalla difesa la squadra ospite costruisce una prestazione importante che li porta a toccare il vantaggio in doppia cifra a poco meno da un minuto dal termine del periodo. Johnson con un gioco da quattro punti aiuta ad accorciare le distanze a fine quarto, che si conclude sul risultato di 18-27.

Il copione non cambia alla ripresa delle ostilità con gli ospiti che macinano gioco grazie all’onnipresente Logan che ne mette 8 consecutivi. I punti del professore aiutano i campani a costruire un parziale di 12-0 interrotto solo da un palleggio arresto e tiro di Karvel Anderson. A questo punto Verona prova a reagire con due canestri consecutivi, ma il professor Logan sale un’altra volta in cattedra: prima sigla una schiacciata a due mani e poi due triple costruite dal palleggio, portando Scafati a 23 lunghezze di distanza (26-49). Simon cerca di riaccendere l’atmosfera del AGSM-Forum con una tripla, ma l’ultimo canestro del primo tempo è di Scafati con un tap-in di Thompson che permette ai campani di chiudere il primo tempo sul +17 (36-53).

Il secondo tempo

Dopo la pausa lunga gli uomini di Sacripanti non abbassano il ritmo con Okoye autore di 2 triple consecutive. Tuttavia, l’inerzia del match cambia, con gli scaligeri che possesso dopo possesso riescono a erodere il vantaggio accumulato dagli ospiti. Per ben tre minuti le maglie in difesa dei veneti si stringono in modo concreto e non permettono ai campani di siglare punti, e costruiscono in questo modo un parziale positivo che li porta a disputare l’ultimo quarto con soli 10 punti di distacco (56-66).

L’ultimo quarto

Verona viaggia sulle ali dell’entusiasmo e riesce a raggiungere un distacco di soli 5 punti nel primo minuto di gioco. Scafati però si affida nuovamente a Logan che con due triple consecutive riporta il vantaggio a 9 lunghezze con poco più di 7 minuti da giocare (63-72). Scafati a questo punto riesce a controbattere l’attacco degli scaligeri, tenendosi a distanza nel punteggio e giocando con il cronometro si arriva al settimo minuto sul punteggio di 69-78. Ed è proprio al settimo minuto che Stone si fa espellere per somma di falli, questo episodio carica i veronesi che tentano di raggiungere i campani, ma Logan è a tratti immarcabile e riesce a fare ciò che vuole con la palla in mano. Su questo filone Scafati porta a casa la vittoria con il punteggio finale che si attesta su 78-86. In un match che tranne in alcuni frangenti non è mai stato in discussione.

I protagonisti

Protagonista assoluto del match è il veterano David Logan, che con il suo season high (31 punti), trascina i campani alla vittoria, avvicinandoli clamorosamente alla salvezza. In fase difensiva da evidenziare la prova di Thompson che sfiora la doppia-doppia, andando nuovamente in doppia cifra nei rimbalzi(8 pt e 11 rimbalzi).

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Osvaldo Luzzi
Osvaldo Luzzi
Salernitano di nascita Laureato in Economia e gestione delle Imprese all'Università degli Studi di Salerno, sono da sempre appassionato di sport, soprattutto di Calcio e Basket.
spot_img

Notizie popolari