lunedì 14 11 22
HomeEditorialeSalernitana... tu non sarai mai sola. A Roma con il cuore

Salernitana… tu non sarai mai sola. A Roma con il cuore

- Advertisment -spot_img

Salernitana di scena questo pomeriggio all’Olimpico per affrontare la Lazio nel match valevole per la 12ª giornata. Settimana di grandi polemiche e decisioni assurde quella che ha preceduto l’appuntamento.

Salernitana a Roma senza i suoi tifosi

Come noto, l’Osservatorio per le manifestazioni sportive e la Questura di Roma non hanno dato parere positivo ad una trasferta in massa della tifoseria granata. A differenza dello scorso anno a poter assistere alla gara possono essere al massimo 500 tifosi ospiti, a fronte di una capienza di almeno 7/8mila posti.

La paura fa 90 direbbe un incallito giocatore del lotto. Le istituzioni italiane si macchiano di un gesto a dir poco codardo, di una scelta che rappresenta una sconfitta per il sistema calcio e danneggia l’immagine del caloroso tifo salernitano. Con tutta probabilità le forze dell’ordine della Capitale non sono strutturate e organizzate in maniera idonea a poter garantire la sicurezza di un evento simile. Eppure i sostenitori della Bersagliera non si sono mai resi protagonisti di atti di violenza negli ultimi lustri, in massima serie specialmente si sono dedicati esclusivamente alla vicinanza alla squadra.

La tifoseria organizzata ha replicato con un duro ma dovuto e coerente comunicato che annunciava la diserzione dell’Olimpico di tutti i gruppi e club. La stragrande maggioranza del popolo granata è stata solidale con la decisione, limitando a poco più di 100 i tagliandi venduti. Questi personaggi saranno sui gradoni dello stadio a titolo personale, non come simbolo di una città che si è compattata nel segno di una decisione necessaria per il rispetto della comunità.

Nell’ultimo allenamento di venerdì gli ultras hanno chiamato a raccolta in Curva Sud Siberiano oltre milla tifosi, caricando Nicola e i ragazzi. Uno striscione eloquente recitava: “Tu non sarai mai sola”. Non occorrono altri commenti.

I tifosi granata hanno spiegato i motivi della loro assenza, legati alle imposizioni degli organi di sicurezza pubblica. Hanno chiesto di andare anche oltre il massimo impegno e di vendicare sportivamente la loro assenza sul campo. Non per la Lazio, non per Lotito.

I granata sono chiamati a portare sul terreno di gioco la rabbia dei propri sostenitori, per l’atroce ingiustizia ricevuta e tradurla in una prestazione sugli scudi.

Nicola potrebbe cambiare qualcosa nell’assetto e nei singoli, anche per preservare energie nell’impegno casalingo con la Cremonese. Dia potrebbe inizialmente rifiatare, Mazzocchi potrebbe traslocare sull’out destro. Al di là delle alchimie tattiche e degli interpreti, in considerazione del valore e dello stato di forma della Sarri Band, bisognerà gettare il cuore oltre l’ostacolo senza timore.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: