giovedì 08 12 22
HomeFrontpageI salernitani macinano chilometri e si prendono ancora la scena, il racconto...

I salernitani macinano chilometri e si prendono ancora la scena, il racconto dell’ultima trasferta

- Advertisment -spot_img

I circa 600 chilometri che separano Salerno e il “Mapei Stadium” non hanno spaventato i tifosi della Salernitana che hanno deciso di accorrere in massa all’impianto di Reggio Emilia. Di seguito il racconto di ciò che è successo sugli spalti durante l’ultima gara dell’Ippocampo.

Salernitana, tifosi da applausi

Gli uomini di Nicola hanno collezionato la seconda sconfitta consecutiva uscendo sconfitti per 5-0 dalla gara contro il Sassuolo. I neroverdi hanno avuto vita facile, riuscendo a siglare una storica manita alla Bersagliera.

Come già accaduto nelle precedenti trasferte, i tifosi granata hanno fatto registrare il tutto esaurito per quanto riguarda il settore ospiti dello stadio, altri invece si sono assiepati nelle due tribune del “Mapei”.

I circa 4.500 spettatori ospiti hanno raggiunto lo stadio senza particolari problemi, da segnalare che i gruppi organizzati hanno deciso di viaggiare insieme come annunciato nel giorno prima del match con un comunicato.

La torcida salernitana ha poi colorato il settore ospiti dello stadio di Reggio Emilia alzando i decibel già nei minuti che hanno preceduto il fischio d’inizio. Tuttavia, il risultato non ha di certo acceso l’entusiasmo dei presenti ma nonostante ciò il tifo granata è rimasto compatto cantando incessantemente anche oltre il 90′.

Al termine della gara Nicola ha condotto la squadra a scusarsi con i propri tifosi. Questi ultimi hanno riconfermato un attaccamento alla maglia invidiabile da tante altre piazze d’Italia intonando il coro “Vada come vada…”.


Potrebbe interessarti anche:


Il comportamento dei salernitani ha stupito soprattutto i tifosi del Sassuolo che sono rimasti a bocca aperta nell’assistere allo spettacolo del settore ospiti. Difatti, è già virale qualche video diffuso da alcuni tifosi emiliani che hanno voluto catturare alcuni cori degli ultras della Curva Sud Siberiano.

Da registrare, inoltre, un piccolo malore di un tifoso granata, soccorso durante l’intervallo dopo la segnalazione dei presenti che hanno richiamato l’attenzione degli steward.

Presenti anche due ragazze norvegesi che hanno esposto un piccolo cartello per l’attaccante granata Erik Botheim.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SalernoSport24 (@salernosport24)

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: