Home Sport Sarà un derby salernitano tra Sala Consilina e Angri la finale di...

Sarà un derby salernitano tra Sala Consilina e Angri la finale di serie C Gold

0
iannicelli-angri-serie-c-gold
Andrea Iannicelli | ph: Angri Pallacanestro

A giocarsi la finale della serie C Gold saranno due squadre della provincia di Salerno, ovvero Angri e Sala Consilina.

Serie C Gold: Angri conquista la finale con merito

Non c’è stata storia nella gara 3 delle semifinali di serie C Gold. Davanti ad un pubblico straordinario, Angri vince e convince giocando forse la gara più bella della sua stagione. A dominare a livello realizzativo sono sicuramene Markovic ed Izzo ma il contributo è stato fornito dall’intero organico.

La partita inizia con il solito Markovic che si fa spazio dentro l’area e piazza i primi due punti della gara. Poi è la volta di Chirico che prende un gran rimbalzo in attacco e appoggia per il 4-3. Iannicelli è caldo e dopo pochissimo piazza una tripla in transizione con un emozionante dedica al padre, scomparso da poco. La difesa di Angri è asfisiante e Caserta ci capisce davvero poco, Izzo ne approfitta e sigla il 10-3 che obbliga gli ospito al timeout. Al rientro, un appoggio di Bagdonavicius e un altra bomba di Izzo portano il punteggio sul 13-5. Caserta ci prova in contropiede ma viene subito rispedita indietro da Markovic e De Martino (18-7) ma soprattutto dalla precisione dall’arco del solito Iannicelli (21-9). L’ultimo canestro del quarto è ad opera di Daunys che manda tutti al primo mini riposo sul 23-11.

Nel secondo quarto Angri è dirompente e riesce a raddoppiare il vantaggio soprattutto con Daunys e Chiavazzo che piazzano subito un parziale di 11-4. Caserta è in confusione ma prova a ridurre lo svantaggio con Markus e Cioppa (40-26). La difesa di Angri è però esemplare e lascia davvero poco margine di azione. Nell seconda metà del quarto, le bocche da fuoco angresi, Iannicelli e Markovic, si riattivano e producono il + 18 (44-26). Sul finale, il talento di De Martino si fa notare riuscendo a piazzare una tripla di tabella “da casa sua”.

Sulla seconda parte di partita non c’è molto da dire se non che il dominio di Angri è talmente straripante che si arriva addirittura sul punteggio di 60-33, ovvero un + 27 pesantissimo, da cui Caserta non riuscirà più a sollevarsi. La partita finisce 81-63 per la felicità di coach Costagliola: «Tanto onore ai miei ragazzi capaci di offrire la migliore prestazione della stagione nella partita sino ad ora più importante. La squadra ha giocato con grande sintonia emotiva, questa sinergia si è tradotta in campo in una difesa di altissimo livello dove c’è stata esaltazione dei concetti di responsabilità individuale e collaborazione. In attacco siamo riusciti ad esser più fluidi e dinamici, lucidi nel cercare la situazione più vantaggiosa, bravi nel mantenerla e concretizzarla grazie al lavoro d’insieme. Tanto rispetto per la storia della JuveCaserta, oggi siamo contenti di aver scritto una bella pagina della storia dell’Angri Pallacanestro, una società che grazie ad umiltà, passione e competenza sta crescendo nel panorama cestistico campano e nazionale.»

TABELLINO:

Angri Pallacanestro: Chirico 6, Izzo 16, Ruggiero n.e., De Martino 11, Terzi, Iannicelli 8, Cirillo, Markovic 17, Di Domenico 2, Chiavazzo 12, Daunys 7, Forino 2.

JuveCaserta Academy: Mastroianni 14, Markus 5, Cioppa 12, Kuvekalovic 9, De Ninno 5, Blair 3, Bagdonavicius 13, Tinto 6, Romanelli n..e, Pisapia n.e., Miraglia n..e.

Onore a Benevento ma Sala è più forte

Tra le mure amiche del “PalaZingaro”, gremito come ormai d’abitudine, la Diesel Tecnica rifila quasi 40 punti ad una Benevento a cui va sicuramente il merito di aver portato la serie fino alla “bella”. Come per Angri, Sala sfoderà una delle migliori prestazioni stagionali propri nel momento più importante della stagione e conquista, con merito, la finale.

L’inzio di Sala è straripante con Misolic e Garcia che riescono a portarsi subito sul + 10. Ci prova Benevento con Alunderis ma il cubano è on fire e non sbaglia mai portando i suoi sul + 16 (28-12) dopo soli 10 minuti. Il secondo quarto si apre con la tripla di Smorra che prova a scuotere i suoi, ma Sala non si fa soprendere e ricaccia gli ospiti a – 17 con due canestri di Misolic. Il resto del quarto vede il costante allungo dei salesi che riescono a portarsi sul 42-17 all’intervallo lungo. Negli ultimi due quarti, inizia a far freddo davvero per i ragazzi di coach Parrillo che finiscono anche sul -41 subendo la fisicità e la precisione al tiro di Sala. La partita ha ben poco da offrire ai fini del risultato e diventa più che altro un occasione per il numerosissimo pubblico di casa di esaltare e festeggiare i propri giocatori.

TABELLINO:

Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità: Taylor Garcia 19, Comollo 5, Gangale, Morciano 7, Mbaye 11, Mezzacapo, Merlo 15, Misolic 20, De la Cruz, Altavilla, Campaiola, Castellitto, Grottola. Coach: Paternoster.

Miwa Energia Cestistica Benevento: Rianna 1, Papa 2, Manisi 8, Murolo 3, Naddeo, Parrillo 2, Smorra 7, Ordine 2, Rusciano 5, Laudanna 4, Laudando 2, Alunderis 11.

Gara 1 tra Sala e Angri si giochera domenica 5 giugno alle ore 19:30, diretta sulla pagina Facebook della Diesel Tecnica.


Potrebbe interessarti anche:

nessun commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Exit mobile version