lunedì 24 06 24
spot_img
HomeCalcioPassaporto ematico, la Lega di Serie B fa un passo avanti
spot_img

Passaporto ematico, la Lega di Serie B fa un passo avanti

spot_img
spot_img

Alla vigilia della 25ª giornata del campionato cadetto, la Fondazione Polito e la Lega di Serie B hanno firmato un accordo per l’introduzione del passaporto ematico.

La Lega di Serie B accelera sul passaporto ematico

Un segnale importante per tutto lo sport italiano: la Lega di Serie B ha stretto un’intesa con la Fondazione Fioravante Polito per introdurre in pianta stabile il passaporto ematico.

L’accordo è stato annunciato prima della gara di campionato tra Frosinone e Reggina.

Il passaporto ematico ha lo scopo di prevenire le malattie del sangue e le patologie cardiache soprattutto tra i più giovani.

A tal proposito, i dati della Fondazione Polito testimoniano che – dal 2012 a oggi – quasi 600 persone sotto i trent’anni hanno perso la vita mentre praticavano un’attività sportiva.

Allo stato attuale, soltanto la Lega Pro ha imposto a tutti i club di svolgere i 16 test previsti dal passaporto ematico.

Una legge ferma in Parlamento da 8 anni. Le tragedie del passato

Il disegno di legge sostenuto dalla Fondazione Polito è fermo alla Camera dei Deputati dal lontano 2014.

Se approvate, le norme sul passaporto ematico consentirebbero di rilasciare l’idoneità alla pratica agonistica e non agonistica solo a chi abbia superato tutti i test del sangue.

Questa proposta è figlia delle tragedie che hanno colpito il calcio italiano nell’ultimo decennio: la mente corre a Piermario Morosini, il mediano del Livorno morto nel 2012 durante un match di campionato con il Pescara.

Le malattie del sangue hanno altresì causato la morte prematura di altri due giocatori: il salernitano Andrea Fortunato, scomparso nel 1994 a 23 anni, e Flavio Falzetti, ucciso da un tumore nel 2013.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per alcune televisioni locali del Basso Salernitano, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di atletica e ciclismo, per le quali cura anche le attività di ufficio stampa. Già collaboratore fisso del «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni» e di ventiblog.com, attualmente è caporedattore di SalernoSport24 per gli sport di squadra e le discipline olimpiche. Dal 4 dicembre 2023, è iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti della Campania. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni in volumi collettanei e su riviste di storia contemporanea. Dalla primavera del 2023 è socio della Società italiana di storia dello sport.
spot_img

Notizie popolari