mercoledì 08 02 23
HomeCalcioSalta un'altra panchina di Serie A, la Cremonese cambia

Salta un’altra panchina di Serie A, la Cremonese cambia

- Advertisment -spot_img

Ancora un avvicendamento in Serie A, con la Cremonese che sceglie di esonerare il tecnico della promozione dopo l’odierna sconfitta con il Monza. Al momento sembra che l’unico candidato sia Ballardini.

Cambio di panchina in Serie A

Dopo due anni Davide Ballardini sembra prossimo alla ritorno in sella ad una panchina. Infatti, dopo l’esonero di Alvini dalla Cremonese, il tecnico ravennate potrebbe tornare al lavoro, l’ultima esperienza fu al Genoa nel campionato 2021-2022, quando fu esonerato a novembre con la squadra al quartultimo posto.


Ti potrebbero interessare anche:


U.S. Cremonese comunica di aver sollevato Massimiliano Alvini e il suo staff dalla conduzione tecnica della prima squadra. Il club grigiorosso desidera ringraziare l’allenatore e i suoi collaboratori per la serietà, la professionalità e la passione dimostrate nel lavoro quotidiano svolto nel corso di questi mesi.

Questo il comunicato del club lombardo con il quale saluta l’allenatore che ha riportato in massima serie i grigio Rossi dopo quasi trent’anni dall’ultima volta.

Fatale quindi per il tecnico Alvini la sconfitta interna con il Monza. Nel derby con i brianzoli avanti già di due reti alla fine del primo tempo e poi addirittura il tre nella ripresa, annulla è valso il tentativo di rimonta, con la gara terminata per 2-3. I grigio rossi attualmente occupano l’ultima posizione con sette punti, frutto di sette pareggi.

Cambi tecnici in massima serie

Nel corso di queste prime 18 partite del campionato 2022-2023 la serie A ha già visto cinque avvicendamenti tecnici. Quello della Cremonese sarà, infatti, il quinto con l’ultimo che interessò la panchina del Verona, passata da Cioffi a Zaffaroni.

La prima a saltare era stata quella del Bologna, in cui la dirigenza, dopo il pareggio di La Spezia, decisero di sollevare Mihajlovic in favore di Vigiani prima e Thiago Motta poi. In seguito era toccato a Stroppa, ancora dopo un pari, a Lecce, al suo posto un ex Salernitana e Juventus, Raffaele Palladino; e poi Marco Giampaolo dopo lo 0-3 dal resuscitato Monza, che con Stankovic è tornato a far punti quattro sconfitte consecutive.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari