martedì 27 09 22
HomeFrontpageSerie A, lotta salvezza: tutte sconfitte le ultime quattro. E stasera tocca...

Serie A, lotta salvezza: tutte sconfitte le ultime quattro. E stasera tocca alla Samp

- Advertisment -spot_img

La lotta salvezza di questa Serie A è interessante, e allo stesso tempo dà l’impressione che nessuna delle pretendenti abbia la possibilità di cambiare rotta in questo finale di stagione.

Serie A, lotta salvezza: la situazione

Non cambia nulla nelle parti basse della classifica, e il tempo stringe. Mancano sempre meno giornate e le ultime quattro della classe non sembrano capaci di portare a casa una vittoria scaccia-crisi. La scorsa giornata (31ª), le ultime cinque sono tutte uscite sconfitte dal campo. Lo stesso è accaduto anche in questo 32º turno, ad eccezione della Sampdoria, che deve ancora giocare. Cagliari, Genoa, Venezia e Salernitana non sono riuscite a conquistare punti, rendendo immutata la situazione in chiave salvezza e facendo il gioco dei sardi e della Samp.

La Sampdoria sarà impegnata questa sera sul campo del Bologna. Gli uomini di Giampaolo hanno un’occasione d’oro per allungare e allontanarsi dalla squadra allenata da Mazzarri. Il distacco, al momento, è di 4 punti. Portarlo a 7 sarebbe un grosso passo in avanti per i blucerchiati.

Squadre Partite V P S Gol fatti/subiti Punti
Sampdoria 31 8 5 18 39:52 29
Cagliari 32 5 10 17 30:61 25
Genoa 32 2 16 14 24:52 22
Venezia 31 5 7 19 26:57 22
Salernitana 30 3 7 20 23:68 16

Le sconfitte delle ultime quattro

Cagliari

La prima a cadere nel week-end di Serie A è stata il Cagliari. Inutile lo sforzo nel finale dei rossoblù, che sono anche stati abbastanza fortunati: il gol del momentaneo vantaggio, firmato da Joao Pedro, è arrivato sull’unico tiro in porta dei padroni di casa in tutto il match. La Juventus, in corsa per confermare il quarto posto, valido per la Champions 2022-2023, ha dominato – pur non brillando – il match giocato in Sardegna.

Genoa

Il Genoa di Blessin esce malconcio dal match casalingo contro la Lazio di Sarri. I biancocelesti, capitanati da un Immobile in formissima come non si vedeva da tempo, portano a casa una vittoria facile: 1-4 e tripletta del bomber di Torre Annunziata. Il Grifone non sembra essersi ripreso dopo la prima sconfitta arrivata contro il Verona. Si allontana l’ottimismo che sembrava essere presente dopo gli otto risultati utili consecutivi, dall’arrivo del nuovo allenatore.

Venezia

I lagunari sono la peggiore squadra, al momento, del campionato. Sei sconfitte consecutive, ultima vittoria due mesi fa (12 febbraio, contro il Torino), 3 gol fatti e 13 subiti. Zanetti e i suoi sembrano in crisi dopo aver passato la maggior parte del campionato al di fuori della ‘zona rossa’. Gli arancioneroverdi, a pari punti con il Genoa, dovranno anche recuperare il match contro la Salernitana. E nella prossima giornata se la vedranno con la Fiorentina, uscita trionfante dal “Maradona”. In quest’ultima giornata il Venezia è stato sconfitto dall’Udinese per 1-2. Fondamentale il gol di Becao al 94′.

Salernitana

I granata sono gli ultimi della classe. Dopo alcune buone prestazioni e alcuni pareggi (o meglio, vittorie sfumate), la situazione pare essere peggiorata. Dal famoso 7% si è probabilmente scesi ulteriormente. Il Cavalluccio ha provato a resistere contro la Roma in uno stadio “Olimpico” da tutto esaurito. Il vantaggio è durato circa un’ora, ma alla fine la squadra di Nicola è caduta sotto i colpi di Carles Perez e Smalling. A dare speranza sono i due match da recuperare (contro Venezia e Udinese) e un calendario, comparato alle dirette concorrenti, apparentemente più facile. La prossima è contro la Sampdoria, che avrà una giornata in meno di riposo. L’imperativo è crederci, visto che lì davanti stanno faticando tutte.


Potrebbe interessarti anche:

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: