domenica 25 09 22
HomeFrontpageSalernitana, rivalità ed astio tra i tifosi granata e i leccesi

Salernitana, rivalità ed astio tra i tifosi granata e i leccesi

- Advertisment -spot_img

Per SalernitanaLecce, valevole per la 7ª giornata di Serie A 2022-2023, i tifosi granata che sono accorsi allo stadio “Arechi” di Salerno erano circa 21 mila. Per quanto rigarda i tifosi del Lecce, erano circa 800, le anime pugliesi che hanno accompagnato la squadra di Baroni in via Salvatore Allende.

Tensione storica tra tifosi della Salernitana e i leccesi

Per la partita tra Salernitana e Lecce, i tifosi granata giunti allo stadio “Arechi” sono stati circa 21mila. Mentre per quanto riguarda il Lecce, erano circa 800 i sostenitori della squadra di Baroni.


Ti potrebbero interessare anche:


Si sono verificati veri e propri momenti di tensione in Via Allende, prima dell’anticipo della 7ª giornata del campionato di Serie A 2022-2023.

Le tifoserie dei due club, da sempre caratterizzate da una grande rivalità e da considerevole astio, hanno cercato il contatto prima dell’inizio del match. Nonostante l’impeto e la grinta dei rispettivi sostenitori, non ci sono stati scontri o colluttazioni di particolare gravità o intensità.

Alcuni hanno rammentato, che complice di questa sgradevole circostanza, sarebbe stata, forse, anche l’apertura preventiva dell’impianto alle ore 16:45.

Al momento, tuttavia non risultano esserci stati interventi, particolarmente incisivi e perentori da parte delle forze dell’ordine, le quali hanno presidiato e vigilato in maniera capillare l’area esterna allo stadio. I suddetti controlli, sono stati effettuati anche con un elicottero, al fine di prevenire spiacevoli sviluppi.

Problemi in tribuna: tifoso della Salernitana viene portato via

Nella seconda metà della ripresa, sono sorte problematiche relative alla salute di un uomo, appartenente alla tifoseria granata, che guardava la gara dalla tribuna Azzurra. L’uomo, prontamente soccorso dagli operatori della Misericordia, è purtroppo spirato poco dopo. Si chiamava Giuseppe Parisi, tifoso storico, del quale un amico scriverà poi su un profilo social: “Il suo desiderio era morire sugli spalti”.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: