martedì 25 06 24
spot_img
HomeEsclusiveSalernitana, cessione e diesse: tutto fermo, si aspettano gli USA
spot_img

Salernitana, cessione e diesse: tutto fermo, si aspettano gli USA

spot_img
spot_img

AGGIORNAMENTO 7 GIUGNO ORE 14 – Cessione o affiancamento societario, ci sono ulteriori sviluppi. La “costola” italiana di Brera non si occupa direttamente della cessione ma della questione calcistica del progetto Brera FC (Il focus del club è sempre stato l’utilizzo innovativo del calcio come esperimento sociale, sportivo, culturale e comunicativo come riporta il sito). L’eventuale cessione della Salernitana è legata anche e soprattutto alle vicende in borsa. Anche per questo Brera Holdings, qualche giorno fa, ha preferito “uscire allo scoperto” con un comunicato in tarda serata per evitare stravolgimenti di flussi del mercato azionario e per chiarire la seria intenzione di acquistare la società granata. La questione dovrebbe avere risvolti tra domenica e lunedì mattina quando tutto l’aspetto finanziario della nuova settimana verrà vagliato. Nell’esito dell’affare saranno fatte valutazioni anche su eventuali investimenti da fare sul territorio salernitano.


AGGIORNAMENTO 6 GIUGNO ORE 19 – Stando alle ultime informazioni raccolte, la trattativa per portare il direttore leccese a Salerno non è alle battute finali ma ha subito una brusca frenata. Le due parti stanno ancora discutendo, ai dettagli, per quanto riguarda progettualità, budget, direzione tecnica e mercato. Si è parlato anche di sviluppo del settore giovanile. Difficile dire se la tanto attesa fumata bianca ci sarà entro domenica ma sicuramente bisognerà scollinare lo scetticismo legato al destino della proprietà.


ARTICOLO 5 GIUGNO – Salernitana “Come un tuono”, la canzone che più sta andando in voga nelle piattaforme musicali. Ed è proprio come un tuono che Danilo Iervolino ha deciso di risolvere la questione legata all’ippocampo su entrambi i fronti, quelli dirigenziale e quello legato alla proprietà.

Ruolo diesse: c’è Petrachi

Un incontro a Roma nella giornata di ieri per soffiare venti caldi che spiravano da Palermo. Patron Iervolino con l’ad Maurizio Milan e il direttore finanziario Luigi Aiudi, hanno colloquiato sulle strategie definitive e attuative sul futuro granata… e sulla dirigenza sportiva. Gianluca Petrachi era stato fortemente corteggiato dal Palermo, che poi ha virato sull’ex Morgan De Sanctis. Proprietà e diesse erano già in accordo ma Petrachi ha deciso di tirarsi indietro dopo le ultime indecisioni riguardanti la cessione. Ciò implica poche sicurezze sul mercato e il DS, senza garanzie economiche, non firmerà.

Iervolino-Salernitana: il patron riflette sulla società

Il fondo americano Laird Norton Company ha compiuto la due diligence e, se per un momento le parti in causa sono state molto vicine (ad avvicinare le intenzioni, il mercato in uscita che sembra sbloccarsi anche e soprattutto dalla questione legata a Dia, da quella ormai certa di Tchaouna alla Lazio e dalle possibili ulteriori cessioni di Lassana Coulibaly, Bradaric e Kastanos), ad ora sono molto distanti. Gli americani, infatti, si stanno tirando indietro mentre continuano i colloqui con il fondo Brera Holdings.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari