mercoledì 17 04 24
spot_img
HomeFrontpageLe ultime nove partite della Salernitana: obiettivo valorizzazione
spot_img

Le ultime nove partite della Salernitana: obiettivo valorizzazione

spot_imgspot_img

Ci si avvia verso un finale di stagione privo di qualsiasi pretesa per la Salernitana, che adesso dovrà cercare di valorizzare al massimo i calciatori di proprietà, in vista del mercato.

Il finale di stagione della Salernitana

Mancano nove giornate alla fine del campionato, e la Salernitana, ferma a 14 punti, attende soltanto che la matematica la condanni definitivamente alla retrocessione. Ormai le speranze di poter mantenere la categoria sono pressoché nulle, e la scelta di affidare la panchina a Colantuono, per la società, è l’equivalente di una bandiera bianca. Ora come ora, l’unico obiettivo rimasto ai Granata sarebbe quello della valorizzazione dei calciatori di proprietà presenti in rosa, in vista della ‘ristrutturazione‘ estiva.


Potrebbe interessarti anche:


Chi giocherà nelle ultime partite?

Ochoa, Allocca, Bradaric, Sambia, Gyomber, Pasalidis, Pirola, Legowski, Maggiore, Kastanos, Sfait, Tchaouna, Candreva, Dia, Simy, Ikwuemesi, Mikael e Coulibaly. Sono questi i diciotto calciatori di proprietà, con un contratto valido anche per la prossima stagione, attualmente presenti in rosa. Non è improbabile che la missione di mister Colantuono sia proprio quella di affidarsi a loro per le ultime gare della stagione, con l’obiettivo di metterli in mostra in ottica mercato. Da sciogliere ci sarà il nodo legato a Dia: la società non sembra intenzionata a reintegrarlo, quindi non dovrebbe scendere in campo con la maglia granata almeno fino al termine del campionato.

I calciatori in scadenza

Oltre a questi diciotto elementi, la dirigenza granata dovrà decidere il da farsi riguardo i contratti in scadenza il prossimo 30 giugno. Boateng e Manolas, con i loro onerosi stipendi, difficilmente verranno riconfermati in Serie B. Diverso, invece, è il discorso che interessa Fazio, il cui rinnovo dipenderà soprattutto dalle sue condizioni fisiche. Ancor più incerto resta il futuro di Costil: è ovvio che, nel caso di permanenza di Ochoa (che ha un altro anno di contratto), difficilmente sarà riconfermato.

spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari