domenica 25 09 22
HomeFrontpageL'ultima partita del prossimo avversario: il Lecce pareggia tra mille polemiche

L’ultima partita del prossimo avversario: il Lecce pareggia tra mille polemiche

- Advertisment -spot_img

Il prossimo avversario della Salernitana sarà il Lecce di Baroni. I salentini, neo promossi in Serie A, non hanno ancora trovato il primo successo stagionale. Nell’ultima partita giocata, ieri 11 settembre, hanno pareggiato per 1-1 contro il Monza, non senza polemiche.

Salernitana, l’ultima del prossimo avversario

Il Lecce di Baroni, nonostante un buon gioco propositivo, non è ancora riuscito a strappare la sua prima vittoria in questo campionato. La neo promossa è, per ora, a quota tre punti, frutto di altrettanti pareggi e sconfitte nelle sei partite giocate. C’è da precisare, però, che il calendario dei giallorossi, non è stato benevolo: Inter, Sassuolo, Napoli e Torino sono state quattro avversarie tutt’altro che semplici. Tuttavia, Baroni e i suoi sono riusciti a portare a casa un punto contro gli uomini di Spalletti al “Maradona”.


Potrebbe interessarti anche:


Lecce, un pari e tante polemiche

Nel match di ieri, 11 settembre, contro il Monza di Stroppa, il Lecce non è andato oltre il pareggio. 1-1 chiuso tra mille polemiche, poiché i salentini hanno da recriminare due tocchi proibiti in area di rigore da parte dei brianzoli. Gli ospiti sono stati graziati in un paio di occasioni dall’arbitro e dal VAR, rendendo il pareggio amaro e frustrante per i padroni di casa, che non sono riusciti a recuperare l’ennesimo svantaggio. Proprio riguardo gli svantaggi, va fatto notare come il Lecce in queste prime sei partite di Serie A non sia mai andato avanti col punteggio: i pugliesi hanno sempre dovuto inseguire in occasione dei tre pareggi, e anche nelle tre sconfitte essi hanno sempre subito il primo gol (che in due occasioni è stato anche l’unico).

Il presidente Saverio Sticchi Damiani in conferenza stampa

Le polemiche non si sono ancora placate. Il presidente del club giallorosso è intervenuto in conferenza stampa, dichiarando: «Parlo solo io, evitiamo che i tesserati vengano in sala stampa per toccare temi che è più giusto tratti la società. Lo faccio io in prima persona. Oggi parlo io perché a fronte di una prestazione importante della squadra, che avrebbe strameritato di vincere, ci troviamo a commentare un pareggio che è anche figlio di due decisioni arbitrali inspiegabili».

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: