martedì 04 10 22
HomeFrontpageSalernitana-Lecce, l'arbitraggio di Doveri: secondo tempo più complicato. Dubbi in un paio...

Salernitana-Lecce, l’arbitraggio di Doveri: secondo tempo più complicato. Dubbi in un paio di occasioni

- Advertisment -spot_img

Il match tra Salernitana e Lecce è stato diretto dall’arbitro Daniele Doveri, della sezione di Roma 1. Dopo un primo tempo facile, le cose si sono complicate nella seconda frazione di gioco, con vari episodi al limite.

Salernitana-Lecce, la partita dell’arbitro

Scelto come fischietto per l’anticipo della 7ª giornata tra Salernitana e Lecce, Doveri ha diretto la sua seconda partita in questa Serie A 2022-2023. In precedenza era stato designato per l’incontro tra Fiorentina e Juventus. Il match di questa sera si è concluso con la vittoria degli uomini di Baroni, che sono riusciti a portare a casa per la prima volta i tre punti. Delusione per la prestazione dei granata.

Gli episodi del primo tempo

La prima frazione di gioco non ha presentato grossi grattacapi per il direttore di gara romano. Il primo episodio è arrivato al minuto numero 4: Coulibaly trova la rete, ma dopo aver depositato il pallone alle spalle di Falcone si ferma tutto. Doveri alza il braccio in seguito alla segnalazione del suo assistente: è fuorigioco. Il VAR conferma, e dalle immagini si vede come il centrocampista granata parta in leggerissimo anticipo. L’offside è questione di pochi centimetri. Bravo il guardalinee.

Al 10′ arriva la prima ammonizione. Il protagonista è sempre Coulibaly, che ferma una ripartenza guidata da Di Francesco con una scivolata all’interno del cerchio di centrocampo. Doveri estrae il cartellino giallo senza esitare, e prende la decisione giusta: si tratta di un fallo tattico, quello del maliano, volto a fermare il possibile contropiede degli ospiti.


Ti potrebbero interessare anche:


Gli episodi del secondo tempo

47′: il secondo tempo inizia e dopo un solo minuto viene ammonito Di Francesco. L’ala del Lecce subisce un fallo non sanzionato dal direttore di gara e reagisce protestando con foga. Doveri punisce immediatamente il giocatore giallorosso.

Al 51′ Gendrey interviene con il piede a martello su Bradaric. L’intervento è duro, il terzino destro del Lecce manca completamente il pallone e il suo tackle è del tutto in ritardo. Doveri non fischia fallo, ma sarebbe stato giusto un cartellino giallo. Anzi, qui c’è quasi una situazione da ‘arancione’. Il VAR non interviene, poiché non è stato ritenuto necessario richiamare l’arbitro per un eventuale cartellino rosso.

Ancora un episodio dubbio al 58′: Mazzocchi prova uno scatto, ma viene colpito con il gomito largo da Banda. Dal replay sembra quasi che l’ala degli ospiti cerchi il contatto, allargando il braccio e colpendo al volto l’esterno granata. Doveri non fischia fallo, e dal VAR ancora una volta non c’è alcun intervento.

Al 60′ viene ammonito Gonzalez. Il giocatore del Lecce interviene in ritardo su Kastanos, che si era liberato del pallone. Giusta la decisione del direttore di gara. È il terzo cartellino del match, secondo per i giallorossi.

L’ultima sanzione arriva al minuto 84: Strefezza segna il gol del 2-1 e si toglie la maglia, rimendiando un inevitabile giallo.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: