mercoledì 28 09 22
HomeFrontpageTutte le scelte del sig. Marcenaro in Juventus-Salernitana

Tutte le scelte del sig. Marcenaro in Juventus-Salernitana

- Advertisment -spot_img

In occasione della gara tra Juventus e Salernitana, valida per la 6ª giornata di Serie A 2022-2023, Rocchi ha deciso di affidare l’arbitraggio del match al 29 enne di Genova, Matteo Marcenaro.

Marcenaro, la prima volta con Juve e Salernitana

In vista di Juventus-Salernitana, il designatore Rocchi ha affidato l’arbitraggio della gara al giovane arbitro genovese, Matteo Marcenaro. La gara era valida per la 6ª giornata di Serie A 2022-2023. 

La giacchetta nera genovese nella direzione del match si è trovato più volte a dover prendere posizione, data la tensione e gli animi caldi dei giocatori. Infatti, in tutta la gara ha dovuto estrarre nove cartellini gialli e tre rossi. La direzione della gara per il giovane arbitro è stato insufficiente, a causa di svariati errori che hanno inciso, non poco, sul risultato finale.

Gli episodi del primo tempo di Juventus-Salernitana

La partita è accesa fin dai primi minuti: al 4′ Piatek cade in area Juve – Lancio verso l’attaccante polacco che da posizione defilata controlla, tira e cade a terra. Dopo un rapido controllo, l’arbitro fa proseguire. In questo caso, risulta molto opinabile la scelta del direttore di gara.


Potrebbe interessarti anche:


Al18′ Antonio Candreva, su assist di Mazzocchi, firma lo 0-1 della Salernitana. Tuttavia, l’arbitro ferma il gioco  per verificare le regolarità del gol con l’ausilio del Var, sotto le proteste dei giocatori granata. Dopo poco, viene accordata la validità della rete dal direttore di gara.

Al 27′ viene ammonito Parades, a causa di duro intervento su Piatek. In questo caso è giusta la decisione dell’arbitro genovese.
Al 32′ viene ammonito Kean per un intervento scomposto dell’attaccante della Juve su Vilhena, che poi butta via il pallone. L’arbitro lo punisce giustamente con il cartellino giallo.
Al 38′ viene ammonito Maggiore – Primo cartellino per la Salernitana. L’ammonizione è dovuto in seguito ad un intervento del granata su Miretti. Decisione in questo caso, da definire molto ‘fiscale’, quella del direttore di gara.
Al 39′ Dusan Vlahovic segna il gol del 1-1. Tuttavia, la rete viene annullata dall’arbitro, su indicazione del guardalinee per evidente fuorigioco di Kean. In questa circostanza, è stata giusta la decisione del direttore gara essendo palese la posizione irregolare del bianconero.
Al 45’+5′ Rigore e gol per la Salernitana –  In seguito ad un Fallo di mano di Bremer, che sfiora un tiro di Piatek che finisce in angolo. L’arbitro viene richiamato dal Var e assegna il rigore, ammonendo il difensore. Il polacco si incarica della battuta e spiazza Perin.

Gli episodi del secondo tempo di Juventus-Salernitana

Al 53′ Federico Fazio  si vede sventolare un cartellino giallo a causa di un eccesso di foga. Decisione ‘fiscale’ quella di Marcenaro.

Al 55′ Ammonito Piatek – Il polacco alza troppo la gamba ai danni di Bonucci ed ii direttore di gara, non esita a mostrargli il giallo. Decisione, in questo caso giusta, a causa del gioco pericoloso del giocatore granata.

Al 72′ c’è l’ammonizione per il portiere della Bersagliera, Sepe. Decisione troppo ‘spinta’ del direttore di gara, che sanzione l’ultimo uomo granata a causa di un’ipotetica perdita di tempo.

93′ Rigore e gol per la Juve Alex Sandro viene steso in area in seguito ad un goffo intervento di  Vilhena, l’arbitro indica subito il dischetto e dopo il consulto del Var assegna definitivamente il penalty. Bonucci tira, Sepe para e il difensore rimette in rete dopo la ribattuta. In quest’occasione, la decisione dell’arbitro Marcenaro ha destato molti dubbi e perplessità.

Al 94′ L’ arbitro genovese annulla il Gol dell’attaccante juventino Milik – Il polacco segna di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, causato da una deviazione in seguito ad un tiro di Fagioli. Il bianconero viene anche espulso perché si toglie la maglia ed essendo già stato ammonito precedentemente, riceve il secondo cartellino. L’arbitro, richiamato dal Var, annulla il gol per posizione di fuorigioco di Bonucci.

Al 90+8′ Si scaldano gli animi in campo ed incominciano a sorgere le prime grosse polemiche sulla conduzione della gara, da parte del giovane genovese.
L’arbitro è costretto a disporre svariate espulsioni in pochi minuti: prima al granata Fazio, poi ad Allegri ed infine a Cuadrado. Tali espulsioni sono state decretate, in seguito alle eccessive proteste poste in essere dai giocatori e dall’allenatore bianconero.

Cosa dice il regolamento:

Un giocatore è considerato in fuorigioco:

  • Se gioca o tocca la sfera;
  • Quando ostacola o interferisce nel movimento di un avversario impedendogli di giocare il pallone ( ad esempio se un giocatore ostruisce la visuale al portiere)
  • Se mostra la chiara intenzione di deviare o colpire il pallone, anche senza riuscirci, influendo così sull’avversario. Se invece non se ne cura e non interferisce nel gioco ne sugli avversari, la sua posizione di fuorigioco sarà giudicata passiva e non verrà sanzionata.
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: