giovedì 13 06 24
spot_img
HomeFrontpageRari Nantes Salerno: fuori l'orgoglio, almeno tu!
spot_img

Rari Nantes Salerno: fuori l’orgoglio, almeno tu!

spot_img
spot_img

Rari Nantes Salerno impegnata in Gara 2, il ritorno della finale play-out. La partita si gioca alla piscina “S. Vitale“, in ricordo anche dello stesso Simone, a cui è intitolata la struttura comunale.

Salvezza

La Rari Nantes Salerno gioca il ritorno della finale play-out. Una vittoria dei giallorossi darebbe al centenario club salernitano ancora la possibilità di giocarsi la permanenza in A1 alla terza e decisiva partita. Un risultato diverso aprirebbe definitivamente le porte della categoria inferiore. In tal caso potrebbe aprirsi uno scenario molto particolare, con la possibilità (non parliamo, per scaramanzia, di probabilità…) di trovarci con tre squadre salernitane nella stessa categoria. Incrociamo le dita. La coincidenza ha voluto che questa partita si giocasse proprio nei giorni in cui ricorrono i 25 anni dal tragico incidente in cui persero la vita quattro giovani salernitani, tifosi della squadra granata, di ritorno dalla trasferta di Piacenza. Tra i quattro ragazzi, Simone Vitale, già giocatore di pallanuoto, al cui ricordo è stata intitolata la piscina salernitana.


Potrebbe interessarti anche:

La sfida salvezza

Sfida salvezza che ha inizio alle ore 18. Rari Nantes Arechi – Roma Vis Nova Pallanuoto. La squadra salernitana deve recuperare dalla sconfitta di mercoledì scorso subita nella trasferta laziale. I ragazzi di mister Presciutti devono vincere se vogliono mantenere ancora accese le speranze di restare in A1. Gli avversari, lo abbiamo detto e lo ripetiamo, sono alla portata dei  salernitani, a cui, però, non saranno concesse distrazioni, le stesse, grossolane distrazioni, che hanno causato la bruciante sconfitta in Gara 1.

Le parole di mister Presciutti

«Siamo molto arrabbiati per come è andata gara 1 e questo deve farci ancora di più credere che per andarci a prendere la salvezza dobbiamo lottare contro tutto e tutti e pensare solo a noi stessi. Dobbiamo continuare a essere attenti e concentrati dietro, ed essere più incisivi in avanti perché abbiamo le qualità per farlo. Mi aspetto il pubblico delle grandi occasioni per lottare insieme a loro e portare la serie a gara 3»

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Tony Granato
Tony Granato
Anni giovanili in radio. Poi tanti anni (e tante notti) ad organizzare serate nei locali. Ora l'esperienza con SalernoSport24
spot_img

Notizie popolari