mercoledì 07 12 22
HomeCalcioIl ritorno della "Superlega"?

Il ritorno della “Superlega”?

- Advertisment -spot_img

La A22 Sports Management, società europea di sviluppo sportivo commerciale, ha comunicato che c’è in cantiere nuovamente il progetto di una competizione alternativa e migliore rispetto a quelle attualmente esistenti. Il progetto riguardante la nascita di una nuova competizione sportiva calcistica, nato nella primavera dello scorso anno, non è stato annullato, ma semplicemente messo temporaneamente da parte.

Il ritorno della “Superlega”?

L’amministratore delegato Bernd Reichart è pronto a confrontarsi con club, leghe, giocatori e tifosi per dare vita a questo progetto molto importante per il mondo calcistico.

Reichart sarà colui che proporrà il progetto di questa nuova competizione sportiva e lo proporrà alla Uefa. Ci saranno delle basi più solide e ponderate, rispetto al modello che era stato proposto in precedenza. Ma chi è Reichart il mediatore? Un dirigente esperto nel settore dei media e dello sport, che ha inoltre rivestito la carica di Amministratore Delegato di RTL Deutschland, una delle società più importanti di media in Europa.

Le dichiarazioni di Reichart

«La situazione attuale del calcio europeo è costellata da una serie di difficoltà che non si risolveranno da sole. I Presidenti del Real Madrid, del Barcellona e della Juventus hanno recentemente espresso il loro punto di vista sui problemi che il nostro sport sta attraversando. Penso stiano ponendo le domande giuste, e sono personalmente entusiasta di poter ascoltare tante voci diverse in modo che la comunità calcistica europea possa trovare insieme le risposte corrette. Il gioco che tutti amiamo beneficerà di un dialogo onesto, aperto e libero da vincoli, su un futuro migliore attraverso un serio processo di riforma».

Le dichiarazioni di Reichart sono intrise di buoni propositi, ma c’è da attendere la risposta della Corte di Giustizia Europea.


Ti potrebbero interessare anche:

L’organo decisionale dovrà pronunciarsi su una questione fondamentale che avrà conseguenze sulla possibilità che il torneo possa nascere: la posizione di abuso dominante della Uefa nel mercato calcistico. Tutto questo determinerebbe il monopolio dell’Unione Europea delle Federazioni Calcistiche Europee e non verrebbe dunque garantita la concorrenza nell’organizzazione di altre competizioni internazionali.

Nello specifico nell’atto di deferimento del tribunale di Madrid alla Corte di Giustizia, ecco come viene descritto l’oggetto principale della controversia: «Impedendo l’organizzazione della Superlega europea, le ricorrenti (Uefa e Fifa) hanno messo in atto pratiche concordate e hanno abusato della loro posizione dominante nel mercato dell’organizzazione di competizioni calcistiche internazionali per club in Europa e nel mercato della commercializzazione dei diritti associati a tali competizioni».

Per vedere la creazione di questa nuova competizione, bisognerà dunque attendere la risposta della Corte. Ricordiamo che per la “Superlega” erano state sanzionati dalla Uefa tre grandi club come la Juventus, il Barcellona e il Real Madrid. Sanzione che però era stata bloccata dal tribunale di Madrid.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: