mercoledì 09 11 22
HomeCalcioPietro Fusco parla della nuova società alla guida della Cavese

Pietro Fusco parla della nuova società alla guida della Cavese

- Advertisment -spot_img

Nella giornata di ieri, 7 novembre, Serie D 24 ha trasmesso la 4ª puntata di Serie D Talk, con ospite il DS della Cavese, Pietro Fusco. La trasmissione è condotta da Giovanni Mazzola e Domenico Cannizzaro.

Fusco della Cavese ospite di Serie D 24

C’era Pietro Fusco, direttore sportivo della Cavese nella trasmissione Serie D Talk, di Serie D 24. Inizialmente si è parlato della grande competitività del girone H, in cui militano i biancoblù. Sono, infatti, presenti formazioni blasonate come Brindisi, Barletta e lo stesso club metelliano. Il direttore ha sottolineato però come anche formazioni considerate più modeste possano mettere in difficoltà le big. Ne è dimostrazione l’ultimo match, in cui la Cavese ha vinto di misura 1-0 contro un ottimo Bitonto.


Ti potrebbero interessare anche:


Fusco ha sottolineato il buon lavoro svolto dal gruppo dello scorso campionato, con 77 punti conquistati. La cifra raggiunta è di tutto rispetto e sarebbe probabilmente bastata per il titolo senza il grande exploit della Gelbison.

I nuovi play-off

Nel successivo intervento si è poi sollevata la spinosa questione relativa al nuovo regolamento sui play-off. Il direttore ha esternato la sua perplessità verso una formula considerata da molti inutile e da modificare. Altra critica mossa da Fusco al regolamento riguarda l’obbligo di far giocare gli under, ritenuto poco meritocratico e contrario ai valori dello Sport.

La nuova società della Cavese

Il cambio della proprietà in seno al club avvenuto in estate, per Pietro Fusco, ha un po’ destabilizzato la squadra in quel periodo del campionato scorso. Entrambe gli attori sono caratterizzati da progetti solidi e ambiziosi (con il ritorno nel professionismo come grande obiettivo). La scelta di confermare Emanuele Troise al timone della squadra è stata un po’ una mossa che ha sorpreso gli addetti ai lavori.

Il direttore ha spiegato che la scelta è maturata grazie alla grande abilità del mister nel gestire i giovani, una peculiarità maturata nelle giovanili del Bologna. Tuttavia, il tecnico ha anche buone capacità con giocatori più esperti, di cui la Cavese dispone, con nomi anche importanti.

Tante domande dai tifosi in diretta

Sollecitato poi dalla chat con una domanda sul mercato autunnale, il DS non ha voluto sbilanciarsi, limitandosi a far presente che la Cavese dovrà essere attenta ad eventuali occasioni. Sempre dalla chat è poi arrivata una domanda sui trascorsi allo Spezia di Pietro Fusco. Da giocatore è stato protagonista della risalita in Serie B dei liguri dopo 50 anni di attesa; da dirigente invece, ha visto sbocciare talenti come Giulio Maggiore, Luca Vignali e Simone Bastoni.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: