domenica 13 11 22
HomeFrontpageMonza-Salernitana, l'arbitraggio del match: grossa ingenuità di Candreva

Monza-Salernitana, l’arbitraggio del match: grossa ingenuità di Candreva

- Advertisment -spot_img

La partita tra Monza e Salernitana è stata diretta dall’arbitro Antonio Giua. Il match, vinto dai padroni di casa per 3-0, non è stato affatto complicato e non ha presentato episodi di difficile lettura.

Monza-Salernitana, la partita dell’arbitro

Il 34enne Antonio Giua, della sezione di Olbia, ha arbitrato l’incontro di questo pomeriggio tra Monza e Salernitana. Il fischietto sardo ha diretto la sua terza partita in questo campionato di Serie A, dopo Spezia-Bologna alla 5ª giornata e Bologna-Torino alla 13ª. Non è stato un pomeriggio complicato per Giua, che ha diretto discretamente un match che non ha visto momenti di difficoltà e, soprattutto, ben pochi episodi.


Potrebbe interessarti anche:


Gli episodi del match

Giua inizia con due errori, fortunatamente non pesanti. Il primo al 4′, con Coulibaly che resta a terra durante un’azione del Monza. L’arbitro non fischia fallo, ma il centrocampista granata subisce un pestone da parte di Rovella. C’era la punizione per i granata. Poco dopo, al 10′, il fischietto di Sassari commette un’altra imprecisione, assegnando un rinvio dal fondo per gli ospiti, quando in realtà sulla conclusione di Mota c’era stata una deviazione abbastanza chiara di un difensore della Salernitana.

Al 39′ Mazzocchi protesta chiedendo un rigore. L’esterno granata ne è convinto, ma dal replay si vede chiaramente che Di Gregorio si fionda sul pallone e non c’è nessun contatto con il numero 30 del Cavalluccio. La reazione di Mazzocchi è esagerata, probabilmente, anche a causa del nervosismo.

Al 44′ viene ammonito Candreva, che siede in panchina. L’ex Sampdoria viene sanzionato a causa di proteste molto accese nei confronti del direttore di gara. E lo stesso Candreva è protagonista dell’ultimo episodio della partita: entrato in campo nella ripresa, al 74′ interviene con una scivolata in area. Tenta di fermare Mota, lanciato a rete, ma manca completamente il pallone. Il rigore è netto, ed è giusta anche l’ammonizione – la seconda – che porta alla sua espulsione. Ineccepibile qui Giua, e in sala VAR Marini e Di Martino confermano immediatamente quanto deciso dall’arbitro.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: