mercoledì 24 07 24
spot_img
HomeSportRae Lin D'Alie, la salernitana d'America porta le azzurre del 3 contro...
spot_img

Rae Lin D’Alie, la salernitana d’America porta le azzurre del 3 contro 3 a Tokyo

spot_img
spot_img

Un’americana con il cuore salernitano: ai Giochi di Tokyo vedremo anche Rae Lin D’Alie e le ragazze della Nazionale di basket 3 contro 3.

Rae Lin D’Alie, la salernitana d’America vola a Tokyo

Quel cognome così difficile da pronunciare, eppure così simile al nostro D’Elia: la giocatrice di lontane origini salernitane Rae Lin D’Alie sarà alle Olimpiadi di Tokyo con le azzurre del basket 3X3.

L’ex giocatrice di Battipaglia e Salerno ha guidato la Nazionale italiana al trionfo nell’ultimo torneo di qualificazione, disputato a Debrecen, in Ungheria.

La truppa azzurra (Chiara Consolini, Giulia Rulli, Sara Madera e, per l’appunto, Rae Lin D’Alie) ha conquistato senza problemi un posto in semifinale dopo aver regolato Cina Taipei e Iran nel girone eliminatorio.

Dopo aver sconfitto l’Olanda in semifinale (16-11), le ragazze di coach Andrea Capobianco hanno incrociato nella gara decisiva proprio il terzetto di casa, che ha guidato le operazioni per i primi 6’30” di gioco.

Costretta per due volte a recuperare dal -2, l’Italia ha ribaltato il punteggio sfruttando il bonus speso dalle avversarie per andare in lunetta.

Il finale, poi, è stato da brividi: Consolini a segno per il 12-11 a 45″, appoggio al vetro di Goree con 12″ secondi sul cronometro. A questo punto, D’Alie decide di sfidare la difesa in isolamento: il suo palleggio, arresto e tiro accarezza il nylon. Tempo scaduto e festa azzurra.

D’Alie è stata premiata anche con il titolo di MVP del preolimpico.

Una Nazionale femminile di basket ai Giochi dopo 25 anni

Con questo risultato, una squadra italiana di basket femminile torna alle Olimpiadi dopo 25 anni di assenza: l’ultima apparizione delle azzurre risaliva infatti ad Atlanta 1996.

Se il progetto del 3 contro 3 ha raggiunto questo traguardo, però, è giusto riconoscere buona parte dei meriti ad Andrea Capobianco. Il coach napoletano ha gettato le basi per una carriera di altissimo livello proprio a Salerno, dove ha conquistato una promozione in C1 e allenato in serie B dal 2002 al 2005.


Potresti essere interessato a:

 

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per alcune televisioni locali del Basso Salernitano, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di atletica e ciclismo, per le quali cura anche le attività di ufficio stampa. Già collaboratore fisso del «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni» e di ventiblog.com, attualmente è caporedattore di SalernoSport24 per gli sport di squadra e le discipline olimpiche. Dal 4 dicembre 2023, è iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti della Campania. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni in volumi collettanei e su riviste di storia contemporanea. Dalla primavera del 2023 è socio della Società italiana di storia dello sport.
spot_img

Notizie popolari