lunedì 22 07 24
spot_img
HomeFrontpageSi conclude il secondo capitolo di Patias alla Feldi Eboli
spot_img

Si conclude il secondo capitolo di Patias alla Feldi Eboli

spot_img
spot_img

Termina la seconda avventura di Alessandro Patias con la maglia della Feldi Eboli. La società rossoblù ha comunicato l’addio attraverso una nota presente sui canali ufficiali del club.

Feldi Eboli, termina il Patias 2.0

Non sono bastati i 27 gol siglati nel corso della passata regular season per confermare il pivot italo-brasiliano al centro dell’attacco delle volpi anche per la prossima stagione.


Ti potrebbero interessare anche:


In seguito all’infortunio al ginocchio (sublussazione della rotula) rimediato nell’ultima partita contro Napoli, il calcettista classe ’85 aveva rassicurato il tifo ebolitano circa le sue condizioni.

Per fortuna, l’esito degli esami ha evidenziato un problema fisico meno grave del previsto. Ragion per cui, presumibilmente, rivedremo presto l’ex Real San Giuseppe calpestare il parquet di gioco. Di sicuro, però, non quello del “PalaSele” di Eboli, se non da avversario.

Il comunicato della società

“La SSD Feldi Eboli comunica che Alessandro Patias non farà parte della rosa della Prima Squadra per la stagione sportiva 2024-2025.

Tutta la società rossoblù ci tiene a ringraziare pubblicamente l’atleta per l’importante contributo al servizio della squadra con il numero 8 che ha messo a referto ben 27 gol nella regular season.

Ringraziando ancora Patias per il lavoro svolto e per l’impegno profuso nella sua seconda avventura con la maglia delle volpi, la Feldi Eboli con il Presidente Di Domenico in testa, gli augura i migliori successi per i futuri progetti sia professionali che personali”.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Giornalista, classe ’95, iscritto all’Albo nazionale dei Pubblicisti, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti del mio carattere risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute con figure di rilievo all'interno del mondo del giornalismo e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".
spot_img

Notizie popolari