lunedì 20 05 24
spot_img
HomeFrontpageLa Feldi stecca ancora: secondo KO consecutivo per gli uomini di Samperi
spot_img

La Feldi stecca ancora: secondo KO consecutivo per gli uomini di Samperi

spot_img
spot_img

Nel recupero della 4ª giornata di Serie A New Energy, la Feldi Eboli ha sfidato il Ciampino in un martedì sera all’insegna del futsal.

Feldi Eboli a caccia della vittoria

Le volpi di Salvo Samperi, chiamate al riscatto dopo la sconfitta interna maturata contro l’Ecocity Genzano, hanno ospitato al “PalaSele” la terza squadra romana affrontata in altrettante gare disputate nell’ultima settimana. Una Feldi ferita arrivata al match con molteplici obiettivi: in primis quello di ritrovare subito il gol perduto, la fame di vittoria e i 3 punti che la proietterebbero a sole tre lunghezze dalla vetta.

È stata, tra i tanti aspetti, la partita dell’ex Francesco Liberti, non in grado di incidere come gran parte del resto della squadra. Alla fine, a spuntarla è stato il Ciampino Futsal che trova un’inaspettata vittoria sul campo dei Campioni d’Italia, grazie a una doppietta di Pina.


Potrebbe interessarti anche:


Feldi poco incisiva, concesse troppe ripartenze

In apertura di primo tempo Petrov sfiora il gol del vantaggio in contropiede, trovando però la provvidenziale opposizione di Dal Cin in uscita. Lo stesso portiere si riversa qualche istante dopo in avanti tentando una doppia conclusione. Liberti sente la partita, cerca ripetutamente il gol dell’ex ma non riesce a sbloccarla. Diaz prova a impegnare Dal Cin che è bravo nella respinta coi piedi. Il numero 3 delle foxes non può però nulla sulla punizione bassa calciata da Pina, che regala l’1-0 agli ospiti al 12’46”.

Venancio prova a scuotere subito i suoi, così come Calderolli che spara addosso a Casassa. La Feldi inizia ad attaccare con più insistenza, il Ciampino attende e riparte costantemente e per poco non rischia di raddoppiare.

Si gioca in una sola metà campo, ma non basta

È un’altra Feldi quella del secondo tempo, ma la scarsa lucidità della prima frazione prosegue nei primissimi minuti dei secondi 20′. Ne approfitta infatti Pina che raddoppia con un gran tiro al volo sugli sviluppi di calcio d’angolo. Come nel primo tempo, Venancio è il calcettista più vicino a centrare il vantaggio: il palo nega però l’1-2 al brasiliano. Gol che arriva al 5° minuto con Marinovic che, servito da un’ottima sponda di Venancio, infila l’1-2 che lascia sperare a una rimonta dei padroni di casa.

Noie fisiche per Dal Cin che è costretto ad abbandonare il parquet, al suo posto subentra Montefalcone. Dopo essersi sbloccata, la squadra di Samperi continua l’offensiva sprecando ripetutamente con Carioca, in ottima situazione di contropiede, e con Galliani e Venancio, entrambi poco lucidi sotto porta. Sul finale, Calderolli ha la palla del pareggio: il pallone sbatte sulla traversa, ritorna in campo e viene ribattuto nuovamente dalla difesa romana. La palla non entra, il Ciampino conquista tre punti d’oro.

Feldi EboliDal Cin 3Venancio 5Liberti 9Marinovic 21, Carioca 10A disp.: Montefalcone 17, Degan 4, Patias 8, Calderolli 11, Baroni 23, Restaino 24, Galliani 22. All.: Samperi

Ciampino: Casassa 17Schininà 8Pina 10, Diaz 14, Petrov 23. A disp.: De Filippis 1, Gattarelli 12, Messina 3, Suton 9, Ferretti 11, Palmegiani 13, Fatiguso 22. All.: Ibanes

Marcatori: Pina (C) 12’46”, 1’2”; Marinovic (FE) 5’32”
Ammoniti: Venancio (FE), Schininà (C), Casassa (C)

Arbitri: Andrea Antonio Basile (Torino), Francesco Sgueglia (Finale Emilia)
Crono: Fabrizio Andolfo (Ercolano)

spot_img
spot_img
spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Sono un ragazzo di 28 anni, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute all'interno del mondo del giornalismo, con diverse figure di rilievo, e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".

Notizie popolari