martedì 16 07 24
spot_img
HomeFrontpageDal Cin difenderà i pali della Feldi Eboli: "Felice di proseguire insieme"
spot_img

Dal Cin difenderà i pali della Feldi Eboli: “Felice di proseguire insieme”

spot_img
spot_img

La Feldi Eboli si tiene stretto il proprio capitano, Carlos Dal Cin, in vista della prossima stagione sportiva. La società rossoblù ha annunciato, attraverso un comunicato ufficiale, la permanenza del portiere brasiliano.

Feldi Eboli, conferma tra i pali

La società del presidente Gaetano Di Domenico si assicura le prestazioni dell’estremo difensore originario di Carazinho anche per l’annata 2024-2025. Uno dei pilatri delle foxes nell’arco della sua ventennale storia, Carlos Dal Cin, non si muoverà da Eboli.


Ti potrebbero interessare anche:


Il comunicato del club

“La SSD Feldi Eboli è lieta di comunicare ufficialmente che Carlos Henrique Dal Cin difenderà i pali della porta rossoblù anche nella stagione 2024-2025proseguendo con il contratto biennale firmato lo scorso anno.

Sarà la quinta stagione con i colori rossoblù per Dal Cin che inizierà la sua terza annata da capitano delle volpi. Dal Cin sia dal punto di vista tecnico che caratteriale è ormai diventato un punto di riferimento per tutta la società, con l’estremo difensore che anche nella stagione appena trascorsa si confermato come uno dei portieri migliori del campionato.

Non solo grandi parate e leadership, ma anche in fase offensiva Dal Cin ha dato il suo contributo con assist, gol e facendo partire l’azione come se fosse un portiere di movimento a tutti gli effetti. Un estremo difensore moderno e completo, capace di affrontare e riprendersi alla grande anche dai periodi più difficili”.

Dal Cin: “Felice di proseguire con la Feldi, sento l’enorme affetto di tutti”

«Sono molto felice di proseguire la mia storia con la Feldi, sarà la mia quinta stagione ad Eboli e mi trovo veramente bene, ho un affetto enorme sia dei tifosi che dei cittadini di Eboli».

Sulla stagione passata

«Abbiamo disputato una stagione iniziata nel migliore dei modi con la vittoria della Supercoppa, che con il nuovo formato è diventata ancora più difficile. Poi abbiamo affrontato un grandissimo Main Round di Champions League qui a Eboli con un’atmosfera bellissima per poi arrivare in Lettonia per il secondo anno di fila tra le migliori sedici squadre d’Europa che è un traguardo importantissimo. Purtroppo proprio queste ottime prestazioni in Champions ci hanno poi portato un calo fisico e alcuni infortuni, dove abbiamo mancato l’appuntamento con la Coppa Italia e perso alcuni punti importanti che ci avrebbero dato una classifica migliore in campionato. Purtroppo siamo usciti subito ai quarti di finale dei Playoff, forse proprio nel nostro miglior momento come gioco, però lo sport è così, dobbiamo ricordarci tutto il bello di questa stagione e i momenti negativi ci devono servire da esempio per non commettere gli stessi errori la prossima stagione».

La dedica a Samperi

«Credo che mister Samperi sia stato un elemento molto importante per la crescita della Feldi e anche dellanostra crescita come giocatori e gruppo, rimarrà sicuramente nella storia di questa società. Ricominciare con un nuovo allenatore, una nuova metodologia, sicuramente ci vorrà un po’ di tempo per assimilare i nuovi concetti, però ripartendo da un buon gruppo sono sicuro che il prima possibile saremo in grado di fare quello che vuole il nuovo mister».

Futuro in rossoblù

“Sono fortunato perché da quando sono arrivato a Eboli abbiamo fatto almeno una finale ogni anno. Credo che l’obiettivo per la prossima stagione rimanga sempre quello, migliorarsi ogni anno e lottare sempre per vincere un trofeo, sarebbe fantastico per la crescita personale e per portare la Feldi sempre il più in alto possibile. Ai nostri tifosi chiedo di seguirci dall’inizio della stagione per poter spingere al massimo tutti insieme, lotteremo per grandi obiettivi e abbiamo bisogno del vostro sostegno».

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Giornalista, classe ’95, iscritto all’Albo nazionale dei Pubblicisti, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti del mio carattere risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute con figure di rilievo all'interno del mondo del giornalismo e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".
spot_img

Notizie popolari