lunedì 26 09 22
HomeCalcioSi è conclusa la 2ª giornata di Serie A, ecco i risultati

Si è conclusa la 2ª giornata di Serie A, ecco i risultati

- Advertisment -spot_img

Nella giornata di sabato 20 agosto, si è giocata la 2ª giornata del campionato di Serie A 2022-2023. Ad aprire le ‘danze’ è stato il match tra Udinese e Salernitana, conclusosi 0-0 alla “Dacia Arena” di Udine.

Serie A: i risultati delle prime partite

Alla “Dacia Arena” di Udine la sfida tra Udinese e Salernitana finisce a reti bianche. L’Udinese di Sottil nel primo tempo crea molte palle gol, tra tutte il palo di Deulofeu al 37′ che impedisce allo spagnolo di siglare il vantaggio. Con il primo tempo ormai agli sgoccioli ecco che arriva l’espulsione del difensore Nehuen Perez; l’argentino sgambetta Mazzocchi andando direttamente sulle gambe dell’ex Venezia. Nel secondo tempo nonostante la Salernitana abbia alzato il pressing rimane il rammarico da parte del mister di non aver approfittato della superiorità e nel concretizzare le azioni. Complice anche un Silvestri in forma straripante, che para un tiro da quasi 30 metri di Candreva.


Ti potrebbero interessare:


Un punto a testa nel match tra Torino e Lazio che finisce 0-0. Con la squadra di Juric che gestisce nella prima mezz’ora di gioco i ritmi del match, salvo poi vedere un netto rialzo da parte della Lazio di Maurizio Sarri. I biancocelesti, però, non sfruttano le leggerezze difensive della squadra avversaria: al 21′ Buongiorno, al netto di una partita impeccabile, compiere un errore lasciando palla a Sergej Milinkovic-Savic, salva il portiere del Torino. Al 24′ Zaccagni serve Marusic, il montenegrino tira un piatto centrale senza impensierire più di tanto V. Milinkovic-Savic. Il pareggio viene mantenuto grazie a due formidabili interventi da parte di V. Milinkovic-Savic su Immobile.

A San Siro vince l’Inter di mister Simone Inzaghi contro lo Spezia di Gotti per il risultato i 3-0. I nerazzurri segnano tre gol, passando in vantaggio con Lautaro al 35′ (servito dal belga Romelu Lukaku), il raddoppio arriva con un colpo a botta sicura di Calhanoglu al 52′, il tris che sancisce la fine arriva con Correa.

Il Sassuolo porta a casa i tre punti contro il Lecce, dopo la sconfitta contro la Juve. Gli uomini di Dionisi sono scesi in campo con determinazione ma sono stati poco incisivi sotto porta. Al Mapei la gara viene decisa da un gol di Berardi al 39′. Il Lecce prova a capovolgere il risultato ma con scarsi risultati.

Le partite di domenica in Serie A

Il derby toscano tra Empoli e Fiorentina si risolve con uno scialbo 0-0. I viola, nonostante giochino con un uomo in più per metà della ripresa, non riescono a sfondare la difesa eretta dagli uomini di Zanetti. Il Napoli sfonda senza particolari affanni la difesa del Monza anche grazie ad una prova monstre di Kvaratskhelia: finisce 4-0 per i partenopei con due gol del georgiano, poi Osimhen e Kim nel recupero.

1-1 in Bologna-Verona e Atalanta-Milan. Al “Dall’Ara” i gialloblù prima fanno la voce grossa, poi subiscono la rete di Arnautovic, ma poco prima della pausa arriva il pareggio con Henry; nella ripresa poco da segnalare se non l’ingenua espulsione di Orsolini. A Bergamo gara con ribaltamenti di fronte all’ordine del… minuto, gara emozionante in cui vede la Dea andare in vantaggio con Malinovskyi nel momento migliore del Milan; solo nella ripresa arriva il pareggio del Diavolo.

In serata si chiude

Nei posticipi di oggi, lunedì 22 agosto, si sono disputati due match: RomaCremonese e SampdoriaJuventus.

Nella partita giocatasi allo Stadio “Olimpico” di Roma abbiamo visto un match molto combattuto. I giallorossi di Mourinho si fanno sentire da subito: con Pellegrini al 4′ e con una doppia occasione di Zaniolo e Dybala al 19′, si interpone però Radu che nega ad entrambi la gioia del gol. Il vantaggio arriva grazie alla zuccata vincente di Chris Smalling al minuto 65′, che sfrutta il calcio d’angolo di Pellegrini. La Roma vince per il parziale di 1-0, ma la Cremonese mette si fa valere fino al triplice fischio.

Allo stadio “Luigi Ferraris” la partita rimane bloccata sullo 0-0. Fino alla fine del primo tempo la Sampdoria si ritrova vicinissima al vantaggio prima con Leris che colpisce la traversa, complice la deviazione di Perin, poi con Vlahovic che rischia l’autogol colpendo però il legno; al minuto 23′ Audero nega il gol a Kostic. La Juventus nel secondo tempo cresce d’intensità; al 65′ viene annullato un gol di Rabiot per fuorigioco di Vlahovic e al 93′ ennesimo miracolo da parte di Audero.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: