domenica 25 09 22
HomeCalcioBologna: esonerato Sinisa Mihajlovic

Bologna: esonerato Sinisa Mihajlovic

- Advertisment -spot_img

Sinisa Mihajlovic non è più l’allenatore del Bologna. Il tecnico serbo è stato esonerato dalla società emiliana, terminando, così, la sua avventura iniziata il 28 gennaio 2019. Nelle prime cinque gare di questa stagione, il Bologna aveva raccolto soltanto 3 punti, frutto di tre pareggi e due sconfitte.

Mihajlovic esonerato: il possibile sostituto

Con la dipartita di Mihajlovic, può cominciare il toto allenatore per cercare un sostituto sulla panchina del Bologna. In attesa dell’uscita del comunicato ufficiale della società, la squadra sarà affidata all’allenatore della formazione Primavera Luca Vigiani.

Il papabile per sostituire il tecnico serbo è, per il momento, Thiago Motta. Secondo quanto scritto da La Gazzetta dello Sport, i contatti tra la dirigenza felsinea e l’ex allenatore dello Spezia sarebbero già ben avviati.

Sinisa e la sua avventura al Bologna

Sinisa Mihajlovic ha vissuto una vera e propria avventura come allenatore del Bologna: dall’epica cavalcata-salvezza della stagione 2018-2019 alla sua lotta contro la leucemia. Il tecnico serbo è sempre stato un personaggio schietto e fuori dalle righe, cosa questa che era stata molto apprezzata dalla piazza bolognese.

Mihajlovic subentrò sulla panchina felsinea a Filippo Inzaghi all’indomani della scoppola casalinga dei rossoblù contro il Frosinone: uno 0-4 che stava facendo presagire il peggio per il Bologna. Il 28 gennaio 2019, Sinisa viene annunciato come nuovo allenatore e viene chiamato a dare la scossa alla squadra alla vigilia della trasferta di San Siro contro l’Inter. L’impegno, di per sé considerato proibitivo alla vigilia, diventa il viatico per la clamorosa rimonta-salvezza del Bologna: 1-0 firmato Federico Santander e Inter battuta a domicilio. Nei 16 incontri successivi, il Bologna otterrà otto vittorie e tre pareggi preziosi che gli varranno la permanenza in Serie A al decimo posto con 44 punti.


Ti potrebbero interessare anche:


Il 13 luglio 2019, Mihajlovic annuncia l’inizio della sua lotta contro la leucemia, pochi giorni dopo il rinnovo del contratto. L’inizio delle cure lo terrà per qualche tempo lontano dalla panchina, ma, alla fine, il tecnico 53enne riuscirà a salvare gli emiliani. Nelle sue due ultime stagioni, il Bologna mantiene un trend stabile, chiudendo al dodicesimo e al tredicesimo posto. Il 6 settembre 2022, dopo un inizio di campionato privo di vittorie, il Bologna esonera Mihajlovic dopo 1317 giorni sulla panchina bolognese (tre anni e mezzo). Il tecnico serbo saluta dopo 50 vittorie, 46 pareggi e 68 sconfitte in 164 partite.

I precedenti contro la Salernitana

Da calciatore, Mihajlovic ha affrontato la Salernitana solamente in due occasioni, quando indossava la casacca della Lazio nella stagione 1998-1999. All’andata, i biancocelesti trionfarono in casa con un netto 6-1, mentre al ritorno all’Arechi furono i granata a prevalere per 1-0 grazie al gol di Giacomo Tedesco.

Da allenatore, invece, i confronti con i granata sono stati tre. Il primo risale alla prima giornata della scorsa stagione, quando il Bologna prevalse in casa per 3-2 grazie alla doppietta di De Silvestri e al gol di Arnautovic. Nel match di ritorno, non si andò oltre l’1-1, dove al vantaggio bolognese di Arnautovic rispose Zortea per i granata. Nell’ultimo confronto, risalente allo scorso 1° settembre, la Salernitana ha imposto il pari al Dall’Ara per 1-1, rimontando il vantaggio iniziale del solito Arnautovic su rigore con la zampata di Dia. Il bilancio finale è di due vittorie, due pareggi ed una sconfitta.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: