lunedì 22 07 24
spot_img
HomeFrontpageL’almanacco dello Sport, 17 giugno: la Feldi Eboli si laurea Campione d'Italia
spot_img

L’almanacco dello Sport, 17 giugno: la Feldi Eboli si laurea Campione d’Italia

spot_img
spot_img

È il 17 giugno del 2023 quando la Feldi Eboli conquista, per la prima volta nella propria storia, il titolo di Campione d’Italia. Grazie all’almanacco dello Sport, riviviamo il leggendario trionfo delle volpi del presidente Gaetano Di Domenico.

L’almanacco dello Sport: 17 giugno

serie-a-futsal
Feldi Eboli si laurea Campione d’Italia| © Feldi Eboli

 

2023 – La Feldi Eboli conquista il suo primo storico trofeo dopo aver battuto l’Olimpus Roma in gara-2 dei play-off scudetto. La squadra rossoblù si impone nelle prime due sfide (3-2 e 2-1) della serie finale, conquistando così il tricolore.

 

 


Potrebbe interessarti anche:


E per quanta strada ancora c’è da fare…amerai il finale

All’ultimo scoglio di una stagione ricca di impegni, iniziata con la partecipazione in UEFA Futsal Champions League e proseguita con la Final Four di Coppa Italia, gli uomini di Salvo Samperi riuscirono a tener testa al Napoli Futsal – sulla carta grande favorita per la vittoria dello scudetto -, mantenendo l’atteggiamento giusto nelle tre partite di semifinale play-off disputate. Nonostante la sconfitta maturata in gara-1 – senza troppi dubbi il match più entusiasmante della stagione -, la Feldi Eboli seppe reagire d’orgoglio schiantando per ben due volte di seguito i partenopei nella loro tana.

I successivi due incontri, quelli della finale, come raccontato in precedenza, mostrarono il divario tecnico e tattico tra le due squadre, decretando un unico vincitore: la Feldi Eboli.

Fu quello il coronamento del sogno ‘Felice’.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Giornalista, classe ’95, iscritto all’Albo nazionale dei Pubblicisti, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti del mio carattere risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute con figure di rilievo all'interno del mondo del giornalismo e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".
spot_img

Notizie popolari