lunedì 26 02 24
spot_img
HomeSportBASKETSerie B Naz. Gir. A: Virtus sconfitta in toscana, testa al Valentine's...
spot_img

Serie B Naz. Gir. A: Virtus sconfitta in toscana, testa al Valentine’s match

spot_imgspot_img

Non riesce l’impresa per la Virtus Arechi Salerno al PalaTerme di Montecatini. Purtroppo i padroni di casa della Gema riescono ad imporsi con una performance di carattere.

Virtus Arechi Salerno: testa al prossimo match

La Virtus Arechi Salerno prova a violare il parquet di Montecatini nella sfida contro la Gema. Purtroppo i padroni di casa hanno fatto tesoro della loro pallacanestro per portare a casa i due punti. Per i ragazzi di Amato resta invece una buona prestazione nel primo tempo di cui far tesoro per i prossimi appuntamenti.


Potrebbe interessarti anche:


Il match

Amato schiera come quintetto iniziale: Spizzichini e Fraga nel backcourt, Acunzo e Kekovic come ali e Matrone come pivot. Coach Del Re risponde con Savoldelli, Di Pizzo, Korsunov, Mastrangelo e Passoni. Nei primi minuti le squadre lottano su ogni palla e il risultato è un tabellone che indica un grande equilibrio tra le squadre.

Al quarto minuto però, i blaugrana cercano la zampata, allungando nel punteggio e portandosi avanti di 3 punti al quinto minuto (6-9). I padroni di casa sono storditi e i ragazzi di Amato sfruttano il momento per allungare, ma la Gema all’ottavo minuto si ritrova e riesce con una serie di sortite offensive a riportare l’equilibrio sul tabellone proprio sulla sirena, grazie ad un viaggio in lunetta (13-13).

La prima ripresa inizia con l’equilibrio che aveva contraddistinto anche il primo quarto. Sono però i toscani a trovare la zampata che li porta ad allungare nel punteggio, con un vantaggio che al quinto minuto è di 5 lunghezze (24-19). Amato chiama il timeout e decide innanzitutto di chiudere gli spazi in difesa e cercare delle ripartenze veloci, la ricetta non ha effetto immediato ma comincia a mostrare i risultati al settimo minuto, con i virtussini che raggiungono prima il minimo svantaggio e poi il sorpasso (25-27).

L’incantesimo si spegne al nono minuto, con Montecatini che trova lo schema giusto per bucare da 3 la retina dei salernitani, riportandosi avanti nel punteggio con il risultato che accompagnerà le squadre al riposo lungo (28-27).

Il secondo tempo

A campi invertiti la musica cambia, cambia anche per quello strano incantesimo che accompagna spesso i salernitani da inizio anno: la maledizione del terzo quarto. Infatti, bastano 3 minuti di gioco per i toscani a segnare un solco nel punteggio, con un vantaggio che aumenta possesso dopo possesso e che al quinto minuto è ormai di 12 lunghezze (41-29). I blaugrana tentano un tenero colpo d’orgoglio toccando il -9 all’ottavo minuto, ma i padroni di casa ci mettono poco ad aggiustare le distanze, chiudendo il quarto sopra di 10 punti (50-40).

L’ultimo quarto è quasi pura accademia per Montecatini, con i ragazzi di Amato che sono incapaci di chiudere in difesa ed essere cinici in attacco. Al quinto minuto i toscani sono avanti di 11 lunghezze (60-49) e per i restanti cinque minuti si limitano a tenere le distanze e a far girare la palla per tenerla lontana dalla propria retina ed è su questo copione che il match si avvia inesorabile sul 67-55 finale.

I protagonisti

Poco da dire per i salernitani oltre l’ottima prova di Kekovic e del solito Acunzo autori rispettivamente di 15 e 16 punti a testa. Ottimo anche l’impatto del neo acquisto Agostini che con 8 punti e 2 rimbalzi ha dimostrato di essere un innesto importante. Per Montecatini spiccano le prestazioni di Mastrangelo (10 punti), Pirani (13 punti) e Mazzantini (11 punti).

Il tabellone di giornata

I risultati di giornata hanno un sapore dolceamaro per la Virtus, con i bianconeri di Caserta che escono sconfitti dal parquet di Livorno contro la Pielle, ma con Rieti che allunga il distacco in classifica grazie alla vittoria in casa contro la Libertas. Sorridono invece le altre campane, con i biancoverdi della DelFes che si impongono fuori casa con Piombino e i partenopei di Sant’Antimo che trovano la seconda vittoria consecutiva contro Crema. Di seguito il tabellone di giornata e la classifica aggiornata:

Il prossimo appuntamento per la Virtus Arechi sarà nel match interno contro la Pallacanestro Crema nella serata di San Valentino (inizio alle 21 al PalaLongo) per il ventiquattresimo appuntamento della Serie B Nazionale.

spot_img
spot_img
spot_img
Osvaldo Luzzi
Osvaldo Luzzi
Salernitano di nascita Laureato in Economia e gestione delle Imprese all'Università degli Studi di Salerno, sono da sempre appassionato di sport, soprattutto di Calcio e Basket.
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Serie B Naz. Gir. A: Virtus sconfitta in toscana, testa al Valentine’s match

spot_imgspot_img

Non riesce l’impresa per la Virtus Arechi Salerno al PalaTerme di Montecatini. Purtroppo i padroni di casa della Gema riescono ad imporsi con una performance di carattere.

Virtus Arechi Salerno: testa al prossimo match

La Virtus Arechi Salerno prova a violare il parquet di Montecatini nella sfida contro la Gema. Purtroppo i padroni di casa hanno fatto tesoro della loro pallacanestro per portare a casa i due punti. Per i ragazzi di Amato resta invece una buona prestazione nel primo tempo di cui far tesoro per i prossimi appuntamenti.


Potrebbe interessarti anche:


Il match

Amato schiera come quintetto iniziale: Spizzichini e Fraga nel backcourt, Acunzo e Kekovic come ali e Matrone come pivot. Coach Del Re risponde con Savoldelli, Di Pizzo, Korsunov, Mastrangelo e Passoni. Nei primi minuti le squadre lottano su ogni palla e il risultato è un tabellone che indica un grande equilibrio tra le squadre.

Al quarto minuto però, i blaugrana cercano la zampata, allungando nel punteggio e portandosi avanti di 3 punti al quinto minuto (6-9). I padroni di casa sono storditi e i ragazzi di Amato sfruttano il momento per allungare, ma la Gema all’ottavo minuto si ritrova e riesce con una serie di sortite offensive a riportare l’equilibrio sul tabellone proprio sulla sirena, grazie ad un viaggio in lunetta (13-13).

La prima ripresa inizia con l’equilibrio che aveva contraddistinto anche il primo quarto. Sono però i toscani a trovare la zampata che li porta ad allungare nel punteggio, con un vantaggio che al quinto minuto è di 5 lunghezze (24-19). Amato chiama il timeout e decide innanzitutto di chiudere gli spazi in difesa e cercare delle ripartenze veloci, la ricetta non ha effetto immediato ma comincia a mostrare i risultati al settimo minuto, con i virtussini che raggiungono prima il minimo svantaggio e poi il sorpasso (25-27).

L’incantesimo si spegne al nono minuto, con Montecatini che trova lo schema giusto per bucare da 3 la retina dei salernitani, riportandosi avanti nel punteggio con il risultato che accompagnerà le squadre al riposo lungo (28-27).

Il secondo tempo

A campi invertiti la musica cambia, cambia anche per quello strano incantesimo che accompagna spesso i salernitani da inizio anno: la maledizione del terzo quarto. Infatti, bastano 3 minuti di gioco per i toscani a segnare un solco nel punteggio, con un vantaggio che aumenta possesso dopo possesso e che al quinto minuto è ormai di 12 lunghezze (41-29). I blaugrana tentano un tenero colpo d’orgoglio toccando il -9 all’ottavo minuto, ma i padroni di casa ci mettono poco ad aggiustare le distanze, chiudendo il quarto sopra di 10 punti (50-40).

L’ultimo quarto è quasi pura accademia per Montecatini, con i ragazzi di Amato che sono incapaci di chiudere in difesa ed essere cinici in attacco. Al quinto minuto i toscani sono avanti di 11 lunghezze (60-49) e per i restanti cinque minuti si limitano a tenere le distanze e a far girare la palla per tenerla lontana dalla propria retina ed è su questo copione che il match si avvia inesorabile sul 67-55 finale.

I protagonisti

Poco da dire per i salernitani oltre l’ottima prova di Kekovic e del solito Acunzo autori rispettivamente di 15 e 16 punti a testa. Ottimo anche l’impatto del neo acquisto Agostini che con 8 punti e 2 rimbalzi ha dimostrato di essere un innesto importante. Per Montecatini spiccano le prestazioni di Mastrangelo (10 punti), Pirani (13 punti) e Mazzantini (11 punti).

Il tabellone di giornata

I risultati di giornata hanno un sapore dolceamaro per la Virtus, con i bianconeri di Caserta che escono sconfitti dal parquet di Livorno contro la Pielle, ma con Rieti che allunga il distacco in classifica grazie alla vittoria in casa contro la Libertas. Sorridono invece le altre campane, con i biancoverdi della DelFes che si impongono fuori casa con Piombino e i partenopei di Sant’Antimo che trovano la seconda vittoria consecutiva contro Crema. Di seguito il tabellone di giornata e la classifica aggiornata:

Il prossimo appuntamento per la Virtus Arechi sarà nel match interno contro la Pallacanestro Crema nella serata di San Valentino (inizio alle 21 al PalaLongo) per il ventiquattresimo appuntamento della Serie B Nazionale.

spot_img
Osvaldo Luzzi
Osvaldo Luzzi
Salernitano di nascita Laureato in Economia e gestione delle Imprese all'Università degli Studi di Salerno, sono da sempre appassionato di sport, soprattutto di Calcio e Basket.
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Serie B Naz. Gir. A: Virtus sconfitta in toscana, testa al Valentine’s match

spot_img

Non riesce l’impresa per la Virtus Arechi Salerno al PalaTerme di Montecatini. Purtroppo i padroni di casa della Gema riescono ad imporsi con una performance di carattere.

Virtus Arechi Salerno: testa al prossimo match

La Virtus Arechi Salerno prova a violare il parquet di Montecatini nella sfida contro la Gema. Purtroppo i padroni di casa hanno fatto tesoro della loro pallacanestro per portare a casa i due punti. Per i ragazzi di Amato resta invece una buona prestazione nel primo tempo di cui far tesoro per i prossimi appuntamenti.


Potrebbe interessarti anche:


Il match

Amato schiera come quintetto iniziale: Spizzichini e Fraga nel backcourt, Acunzo e Kekovic come ali e Matrone come pivot. Coach Del Re risponde con Savoldelli, Di Pizzo, Korsunov, Mastrangelo e Passoni. Nei primi minuti le squadre lottano su ogni palla e il risultato è un tabellone che indica un grande equilibrio tra le squadre.

Al quarto minuto però, i blaugrana cercano la zampata, allungando nel punteggio e portandosi avanti di 3 punti al quinto minuto (6-9). I padroni di casa sono storditi e i ragazzi di Amato sfruttano il momento per allungare, ma la Gema all’ottavo minuto si ritrova e riesce con una serie di sortite offensive a riportare l’equilibrio sul tabellone proprio sulla sirena, grazie ad un viaggio in lunetta (13-13).

La prima ripresa inizia con l’equilibrio che aveva contraddistinto anche il primo quarto. Sono però i toscani a trovare la zampata che li porta ad allungare nel punteggio, con un vantaggio che al quinto minuto è di 5 lunghezze (24-19). Amato chiama il timeout e decide innanzitutto di chiudere gli spazi in difesa e cercare delle ripartenze veloci, la ricetta non ha effetto immediato ma comincia a mostrare i risultati al settimo minuto, con i virtussini che raggiungono prima il minimo svantaggio e poi il sorpasso (25-27).

L’incantesimo si spegne al nono minuto, con Montecatini che trova lo schema giusto per bucare da 3 la retina dei salernitani, riportandosi avanti nel punteggio con il risultato che accompagnerà le squadre al riposo lungo (28-27).

Il secondo tempo

A campi invertiti la musica cambia, cambia anche per quello strano incantesimo che accompagna spesso i salernitani da inizio anno: la maledizione del terzo quarto. Infatti, bastano 3 minuti di gioco per i toscani a segnare un solco nel punteggio, con un vantaggio che aumenta possesso dopo possesso e che al quinto minuto è ormai di 12 lunghezze (41-29). I blaugrana tentano un tenero colpo d’orgoglio toccando il -9 all’ottavo minuto, ma i padroni di casa ci mettono poco ad aggiustare le distanze, chiudendo il quarto sopra di 10 punti (50-40).

L’ultimo quarto è quasi pura accademia per Montecatini, con i ragazzi di Amato che sono incapaci di chiudere in difesa ed essere cinici in attacco. Al quinto minuto i toscani sono avanti di 11 lunghezze (60-49) e per i restanti cinque minuti si limitano a tenere le distanze e a far girare la palla per tenerla lontana dalla propria retina ed è su questo copione che il match si avvia inesorabile sul 67-55 finale.

I protagonisti

Poco da dire per i salernitani oltre l’ottima prova di Kekovic e del solito Acunzo autori rispettivamente di 15 e 16 punti a testa. Ottimo anche l’impatto del neo acquisto Agostini che con 8 punti e 2 rimbalzi ha dimostrato di essere un innesto importante. Per Montecatini spiccano le prestazioni di Mastrangelo (10 punti), Pirani (13 punti) e Mazzantini (11 punti).

Il tabellone di giornata

I risultati di giornata hanno un sapore dolceamaro per la Virtus, con i bianconeri di Caserta che escono sconfitti dal parquet di Livorno contro la Pielle, ma con Rieti che allunga il distacco in classifica grazie alla vittoria in casa contro la Libertas. Sorridono invece le altre campane, con i biancoverdi della DelFes che si impongono fuori casa con Piombino e i partenopei di Sant’Antimo che trovano la seconda vittoria consecutiva contro Crema. Di seguito il tabellone di giornata e la classifica aggiornata:

Il prossimo appuntamento per la Virtus Arechi sarà nel match interno contro la Pallacanestro Crema nella serata di San Valentino (inizio alle 21 al PalaLongo) per il ventiquattresimo appuntamento della Serie B Nazionale.

Osvaldo Luzzi
Osvaldo Luzzi
Salernitano di nascita Laureato in Economia e gestione delle Imprese all'Università degli Studi di Salerno, sono da sempre appassionato di sport, soprattutto di Calcio e Basket.
spot_img

Notizie popolari