lunedì 22 07 24
spot_img
HomeFrontpageVerso Torino-Salernitana: cosa preoccupa Juric
spot_img

Verso Torino-Salernitana: cosa preoccupa Juric

spot_img
spot_img

Sono iniziati i preparativi per Torino-Salernitana e le due squadre granata stanno vivendo momenti di forma completamente opposti. L’Ippocampo sembra ringalluzzito da una continuità di risultati ritrovata e dai pareggi con big del calibro di Milan e Inter. Il Toro, dal canto suo, sembra aver smarrito la verve che aveva caratterizzato il rendimento brillante all’indomani della sosta Mondiale. Ecco qual è la situazione attuale in casa Torino dopo la sconfitta contro la Roma.

Verso Torino-Salernitana, Juric: “Sui piazzati siamo tristi”

Nel post-partita dell’Olimpico contro la Roma, il tecnico croato del Toro Ivan Juric ha espresso tutta la sua preoccupazione per la sconfitta per 1-0 maturata sul campo dinanzi ai microfoni della sala stampa, di DAZN e di Torino Channel:


Ti potrebbero interessare anche:


«Abbiamo regalato un gol sbagliando un passaggio in uscita che non abbiamo mai provato. Abbiamo subito questo tiro, l’unico in porta che abbia subito. Non può succedere ma sta succedendo spesso. La squadra ha provato a dare tutto, ha avuto alcune occasioni ma non le ha sfruttate. Abbiamo avuto qualche palla gol con Pellegri e Miranchuk. Non siamo riusciti a fare gol contro una Roma che si è chiusa e ci aspettava. I regali si pagano, è giusto così. Quando si alza il livello, soprattutto fisico, il nostro si abbassa. Riusciamo a sviluppare il gioco quando andiamo al massimo, ma i giocatori patiscono».

Non è solo la tipologia di errore a preoccupare l’ex allenatore del Verona, ma anche l’atteggiamento remissivo mostrato dalla squadra durante la partita contro i giallorossi, oltre che l’incapacità di fare gol da fuori area e da calcio piazzato mostrata dai suoi giocatori:

«Sui piazzati siamo veramente tristi. Li battiamo male, abbiamo pochi saltatori per fare gol. Siamo una delle squadre che ha subito di più sui piazzati e creato meno. Le caratteristiche dei giocatori sono tali che non ci permettono di essere pericolosi a sufficienza, abbiamo perso anche delle partite per degli angoli perché non siamo tosti e strutturati fisicamente. È una cosa devastante perché in questo modo si fanno molti punti. Ci sono partite in cui battiamo tantissimi angoli e non riusciamo a fare gol, è una cosa che toglie tanti punti durante l’anno».

La situazione non rosea in cui versa il Torino si riflette anche sulla classifica, che vede i granata piemontesi lontani dall’Europa:

«Siamo nella zona grigia e va bene che non siamo più in basso. È normale che vogliamo fare di più, ma è evidente che non ne abbiamo le capacità al momento. Bisogna sempre aspirare al meglio, ma la mia impressione dall’inizio è che siamo nel posto giusto. Poi noi comunque vogliamo fare di più e meglio».

Infine, un pensiero rivolto ai futuri avversari di domenica:

«Bisogna riposare bene e poi pensare alla Salernitana. Dobbiamo alzare la tensione e cercare di migliorare su tutto per cercare di vincere».

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari