mercoledì 28 02 24
spot_img
HomeFrontpageVerso Atalanta-Salernitana: le probabili formazioni
spot_img

Verso Atalanta-Salernitana: le probabili formazioni

spot_imgspot_img

Alle 20:45, al “Gewiss Stadium” di Bergamo, Atalanta e Salernitana si affronteranno nel Monday Night della sedicesima giornata di Serie A. Diversi sono i dubbi che arrovellano sia Gasperini che Inzaghi in vista di questa sfida cruciale per la stagione di entrambe le squadre.

Verso Atalanta-Salernitana: Gasperini non fa sconti

L’Atalanta, fresca di due vittorie consecutive tra campionato ed Europa League contro Milan e Rakow, non vuole fare sconti ai granata.


Ti dovrebbero interessare anche:


Viste le numerose assenze tra difesa e attacco (Kolasinac, Palomino, Toloi, Scamacca e Touré), Gasperini ha deciso di affidarsi all’usato sicuro per il suo proverbiale 3-4-3. Djimsiti, Scalvini e De Roon dovrebbero comporre il trio difensivo davanti la porta di Musso. A centrocampo, i grandi ex Ruggeri ed Ederson dovrebbero essere della partita insieme a Koopmeiners e Zappacosta. Sulla trequarti, alle spalle di Charles De Ketelaere “falso nueve” al posto di Muriel, dovrebbero agire Pasalic e Lookman. Il colombiano dovrebbe essere utilizzato come soluzione offensiva a partita in corso, ma attenzione anche al rientrante Hateboer. Il bosniaco Kolasinac dovrebbe almeno rientrare tra i sostituti.

Le possibili mosse di Inzaghi: tanti dubbi in attacco e a centrocampo

Filippo Inzaghi ha una bella gatta da pelare tra le mani per la delicatissima trasferta di Bergamo.

Le esternazioni del presidente Iervolino durante l’intervista rilasciata ai giornalisti su Zoom hanno scoperchiato il vaso di Pandora all’interno dello spogliatoio della Salernitana. La formazione iniziale potrebbe essere condizionata, infatti, dalla situazione messa a nudo dal numero uno granata, cosa che potrebbe portare ad esclusioni eccellenti dall’XI iniziale.

La scelta di Costil in porta è obbligata dall’assenza di Ochoa per infortunio, mentre in difesa diversi sono i dubbi: difesa a tre o a quattro? La difesa a tre, nelle ultime uscite, non ha regalato grandi soddisfazioni, ragion per cui si potrebbe optare per un ritorno a quattro per garantire maggiore sicurezza al reparto. Le assenze di Bronn e Fazio, soprattutto dell’argentino, forzeranno le scelte di Inzaghi sui giocatori da schierare. Le ultime uscite di Lovato e Mazzocchi lasciano pensare ad una bocciatura in vista di oggi, con il duo Gyömbér-Pirola a comporre al cerniera centrale e Daniliuc che può insidiare l’ex Venezia a destra. Dubbi anche sulla titolarità di Bradaric, anche se il croato non gode di grande concorrenza nel suo ruolo.

A centrocampo i dubbi sono molteplici: Coulibaly, Bohinen, Legowski e Maggiore sono tutti in bilico tra la titolarità e la panchina. Il norvegese e il polacco in particolare sono i giocatori che hanno deluso più di tutti tra Fiorentina e Bologna, mentre il maliano ha mostrato ulteriori segnali di involuzione. Ciò dovrebbe accrescere le chance di titolarità dell’ex capitano dello Spezia, il quale potrebbe comporre insieme a Bohinen e Coulibaly una probabile mediana a tre.

In attacco si moltiplicano i tormenti per Inzaghi: Dia sembra totalmente avulso dal progetto granata, mentre Kastanos mostra segnali di insofferenza. Inoltre, Ikwuemesi e Simy non danno grandissime garanzie e Cabral non è ancora al meglio della condizione. Candreva e Tchaouna dovrebbero essere i trequartisti scelti per agire alle spalle, probabilmente, di Ikwuemesi, con Dia escluso a sorpresa. Tutto sembra indicare questa pista.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Verso Atalanta-Salernitana: le probabili formazioni

spot_imgspot_img

Alle 20:45, al “Gewiss Stadium” di Bergamo, Atalanta e Salernitana si affronteranno nel Monday Night della sedicesima giornata di Serie A. Diversi sono i dubbi che arrovellano sia Gasperini che Inzaghi in vista di questa sfida cruciale per la stagione di entrambe le squadre.

Verso Atalanta-Salernitana: Gasperini non fa sconti

L’Atalanta, fresca di due vittorie consecutive tra campionato ed Europa League contro Milan e Rakow, non vuole fare sconti ai granata.


Ti dovrebbero interessare anche:


Viste le numerose assenze tra difesa e attacco (Kolasinac, Palomino, Toloi, Scamacca e Touré), Gasperini ha deciso di affidarsi all’usato sicuro per il suo proverbiale 3-4-3. Djimsiti, Scalvini e De Roon dovrebbero comporre il trio difensivo davanti la porta di Musso. A centrocampo, i grandi ex Ruggeri ed Ederson dovrebbero essere della partita insieme a Koopmeiners e Zappacosta. Sulla trequarti, alle spalle di Charles De Ketelaere “falso nueve” al posto di Muriel, dovrebbero agire Pasalic e Lookman. Il colombiano dovrebbe essere utilizzato come soluzione offensiva a partita in corso, ma attenzione anche al rientrante Hateboer. Il bosniaco Kolasinac dovrebbe almeno rientrare tra i sostituti.

Le possibili mosse di Inzaghi: tanti dubbi in attacco e a centrocampo

Filippo Inzaghi ha una bella gatta da pelare tra le mani per la delicatissima trasferta di Bergamo.

Le esternazioni del presidente Iervolino durante l’intervista rilasciata ai giornalisti su Zoom hanno scoperchiato il vaso di Pandora all’interno dello spogliatoio della Salernitana. La formazione iniziale potrebbe essere condizionata, infatti, dalla situazione messa a nudo dal numero uno granata, cosa che potrebbe portare ad esclusioni eccellenti dall’XI iniziale.

La scelta di Costil in porta è obbligata dall’assenza di Ochoa per infortunio, mentre in difesa diversi sono i dubbi: difesa a tre o a quattro? La difesa a tre, nelle ultime uscite, non ha regalato grandi soddisfazioni, ragion per cui si potrebbe optare per un ritorno a quattro per garantire maggiore sicurezza al reparto. Le assenze di Bronn e Fazio, soprattutto dell’argentino, forzeranno le scelte di Inzaghi sui giocatori da schierare. Le ultime uscite di Lovato e Mazzocchi lasciano pensare ad una bocciatura in vista di oggi, con il duo Gyömbér-Pirola a comporre al cerniera centrale e Daniliuc che può insidiare l’ex Venezia a destra. Dubbi anche sulla titolarità di Bradaric, anche se il croato non gode di grande concorrenza nel suo ruolo.

A centrocampo i dubbi sono molteplici: Coulibaly, Bohinen, Legowski e Maggiore sono tutti in bilico tra la titolarità e la panchina. Il norvegese e il polacco in particolare sono i giocatori che hanno deluso più di tutti tra Fiorentina e Bologna, mentre il maliano ha mostrato ulteriori segnali di involuzione. Ciò dovrebbe accrescere le chance di titolarità dell’ex capitano dello Spezia, il quale potrebbe comporre insieme a Bohinen e Coulibaly una probabile mediana a tre.

In attacco si moltiplicano i tormenti per Inzaghi: Dia sembra totalmente avulso dal progetto granata, mentre Kastanos mostra segnali di insofferenza. Inoltre, Ikwuemesi e Simy non danno grandissime garanzie e Cabral non è ancora al meglio della condizione. Candreva e Tchaouna dovrebbero essere i trequartisti scelti per agire alle spalle, probabilmente, di Ikwuemesi, con Dia escluso a sorpresa. Tutto sembra indicare questa pista.

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Verso Atalanta-Salernitana: le probabili formazioni

spot_img

Alle 20:45, al “Gewiss Stadium” di Bergamo, Atalanta e Salernitana si affronteranno nel Monday Night della sedicesima giornata di Serie A. Diversi sono i dubbi che arrovellano sia Gasperini che Inzaghi in vista di questa sfida cruciale per la stagione di entrambe le squadre.

Verso Atalanta-Salernitana: Gasperini non fa sconti

L’Atalanta, fresca di due vittorie consecutive tra campionato ed Europa League contro Milan e Rakow, non vuole fare sconti ai granata.


Ti dovrebbero interessare anche:


Viste le numerose assenze tra difesa e attacco (Kolasinac, Palomino, Toloi, Scamacca e Touré), Gasperini ha deciso di affidarsi all’usato sicuro per il suo proverbiale 3-4-3. Djimsiti, Scalvini e De Roon dovrebbero comporre il trio difensivo davanti la porta di Musso. A centrocampo, i grandi ex Ruggeri ed Ederson dovrebbero essere della partita insieme a Koopmeiners e Zappacosta. Sulla trequarti, alle spalle di Charles De Ketelaere “falso nueve” al posto di Muriel, dovrebbero agire Pasalic e Lookman. Il colombiano dovrebbe essere utilizzato come soluzione offensiva a partita in corso, ma attenzione anche al rientrante Hateboer. Il bosniaco Kolasinac dovrebbe almeno rientrare tra i sostituti.

Le possibili mosse di Inzaghi: tanti dubbi in attacco e a centrocampo

Filippo Inzaghi ha una bella gatta da pelare tra le mani per la delicatissima trasferta di Bergamo.

Le esternazioni del presidente Iervolino durante l’intervista rilasciata ai giornalisti su Zoom hanno scoperchiato il vaso di Pandora all’interno dello spogliatoio della Salernitana. La formazione iniziale potrebbe essere condizionata, infatti, dalla situazione messa a nudo dal numero uno granata, cosa che potrebbe portare ad esclusioni eccellenti dall’XI iniziale.

La scelta di Costil in porta è obbligata dall’assenza di Ochoa per infortunio, mentre in difesa diversi sono i dubbi: difesa a tre o a quattro? La difesa a tre, nelle ultime uscite, non ha regalato grandi soddisfazioni, ragion per cui si potrebbe optare per un ritorno a quattro per garantire maggiore sicurezza al reparto. Le assenze di Bronn e Fazio, soprattutto dell’argentino, forzeranno le scelte di Inzaghi sui giocatori da schierare. Le ultime uscite di Lovato e Mazzocchi lasciano pensare ad una bocciatura in vista di oggi, con il duo Gyömbér-Pirola a comporre al cerniera centrale e Daniliuc che può insidiare l’ex Venezia a destra. Dubbi anche sulla titolarità di Bradaric, anche se il croato non gode di grande concorrenza nel suo ruolo.

A centrocampo i dubbi sono molteplici: Coulibaly, Bohinen, Legowski e Maggiore sono tutti in bilico tra la titolarità e la panchina. Il norvegese e il polacco in particolare sono i giocatori che hanno deluso più di tutti tra Fiorentina e Bologna, mentre il maliano ha mostrato ulteriori segnali di involuzione. Ciò dovrebbe accrescere le chance di titolarità dell’ex capitano dello Spezia, il quale potrebbe comporre insieme a Bohinen e Coulibaly una probabile mediana a tre.

In attacco si moltiplicano i tormenti per Inzaghi: Dia sembra totalmente avulso dal progetto granata, mentre Kastanos mostra segnali di insofferenza. Inoltre, Ikwuemesi e Simy non danno grandissime garanzie e Cabral non è ancora al meglio della condizione. Candreva e Tchaouna dovrebbero essere i trequartisti scelti per agire alle spalle, probabilmente, di Ikwuemesi, con Dia escluso a sorpresa. Tutto sembra indicare questa pista.

spot_img

Notizie popolari