martedì 06 12 22
HomeFrontpageVerona-Salernitana, pagellone granata: glaciale Djuric, cecchino Kastanos

Verona-Salernitana, pagellone granata: glaciale Djuric, cecchino Kastanos

- Advertisment -spot_img

Le pagelle dei granata impegnati in Verona-Salernitana, gara valida per la 21ª giornata della Serie A 2021-2022.

Le pagelle granata in Verona-Salernitana

La Salernitana di Colantuono senza la stella Ribéry, in attacco, si affida alla coppia DjuricGondo. E proprio la coppia offensiva regala una buona prestazione e tre punti ai granata con un preciso Kastanos che spara nel set la rete dei tre punti.


Belec – Scalda i guanti in più occasioni nel primo tempo ma senza far prednere troppi problemi ai suoi compagni di reparto. La tocca con le unghie sulla conclusione a rete di Lazovic. 6

Gyomber – salterà il prossimo match contro la Lazio grazie al cartellino giallo subito nel primo tempo. Nella prima frazione riesce ad arginare Simeone poi erge un muro e gioca senza troppe sbavature. 6,5

Gagliolo – Croce e delizia, soprattutto quando sbaglia il tempo in alcuni interventi difensivi. Rischia di regalare un rigore agli avversari quando frana su Lasagna, poi salva il risultato al minuto 86 quando si trova davanti il tiro di Barak e mantiene viva e compatta la difesa nel finale. 6,5

Veseli – Si riprende il lato destro della difesa in maniera egregia anche se sulla rete avversaria poteva fare di meglio. Difende basso, avanza il baricentro in fase offensiva ed è una buona risposta per Colantuono. 6

*Kechrida – s.v.

Zortea – Si muove, e tanto, rischia anche di andare a conclusione in un paio di occasioni. È il giocatore granata che praticamente ha mosso più chilometri tra primo e secondo tempo… fino al suo infortunio al 72′ quando è costretto ad uscire. 6

*Delli Carri – Gioca esterno a destra in difesa col compito di contenere Lazovic, e ci riesce molto bene tanto da far innervosire l’avversario nel finale. 6

M. Coulibaly – Titolare dopo quasi tre mesi e, comprensibilmente, sostituito nella ripresa per farlo rifiatare. Il senegalese calca in maniera importante il campo e si promuove come titolare inamovibile per le prossime. 6

*Capezzi – s.v.

Di Tacchio – Il capitano mostra i polmoni e il fisico quando serve per contenere le sortite offensive del Verona. Si becca un giallo inutile sul finire della gara per poca lucidità. 6

Kastanos – Esce dal Bentegodi con la palma del migliore in campo. La pennellata su calcio di punizione merità le stories su Instagram da parte dei tifosi granata, liberatoria, come l’urlo e l’esultanza sua e di tutta la panchina. 7,5

Jaroszynski – Torna titolare sulla fascia e la voglia di mostrarsi è importante quanto un paio di chiusure difensive e diagonali che permettono a Caprari e Lasagna di mettersi le mani sul volto. 6,5

Djuric – Il bosniaco torna “gigante” e lo fa al Bentegodi prima siglando su rigore il gol del vantaggio della prima frazione, poi macina distanze importanti nella ripresa. 7

Gondo – Il migliore in campo nel primo tempo, si allunga e fa salire la squadra. Rischia, in maniera positiva, anche un importante testone offensivo che Pandur blocca. 7

Bonazzoli – Entra bene, detta i tempi della ripartenza e guadagna metri preziosi per i suoi. 6

Colantuono – Non poteva iniziare nel migliore dei modi il 2022 per il mister, tre punti contro uno storico avversario della Salernitana e con una buonissima prestazione. Anche i cambi sono stati azzeccati nonostante la totale emergenza e una panchina con ben cinque Primavera. 7

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: