venerdì 14 06 24
spot_img
HomeFrontpageTutto quel che c'è da sapere sul match del Bentegodi
spot_img

Tutto quel che c’è da sapere sul match del Bentegodi

spot_img
spot_img

Prima gara dell’anno della Salernitana di scena allo stadio “Bentegodi” contro l’Hellas Verona. I granata di mister Colantuono sono scortati da 46 ultras granata sui gradoni dello stadio veneto. Una grande prestazione da parte dei granata tenendo conto che gran parte dei giocatori non hanno potuto allenarsi a causa della quarantena.

Verona-Salernitana: il match

I granata cercano punti in casa del Verona per muovere la classifica nella prima partita del 2022. Dopo due gare ferma al palo a causa del CoViD-19, Colantuono riesce a mettere undici uomini in campo e porta con sé in panchina cinque componenti della Primavera. Tra i pali rientra Belec.

PRIMO TEMPO

Prima fase della gara con il Verona che cerca spiragli per rendersi pericolosa, ma i granata si coprono bene. Il primo tiro della prima frazione è di marca scaligera con Simeone che prova ad impensierire Belec, ma la palla finisce a lato. Nel primo quarto d’ora saranno otto i calci d’angolo gialloblù. Bisogna aspettare il 25′ per il primo tiro nello specchio della porta; lo effettua Lasagna, la sua conclusione, potente, è però centrale e Belec blocca la sfera.

GOL DELLA SALERNITANA!

Al 29′ colpo di scena, i granata passano in vantaggio con Djuric. Contatto in area di rigore tra Gunter e Gondo. Per il sig. Dionisi non ci sono dubbi, sul dischetto si presenta il serbo che di destro batte Pandur, 0-1.

La reazione del Verona è rabbiosa ma produce solo un tiro di Veloso da calcio di punizione, alto sulla traversa. Difende e riparte ora la Salernitana che alza il baricentro, ed è Gondo che sfiora il raddoppio di testa, ma Pandur smanaccia in angolo. Il gol ha dato fiducia ai granata. Il primo tempo scivola via e dopo un minuto di recupero il sig. Dionisi manda le due squadre negli spogliatoi con il duplice fischio.

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia senza cambi da parte dei due allenatori. Cinque minuti e Lazovic si rende pericolo con una conclusione deviata in corner. Il secondo tempo inizia sulla falsa riga della prima frazione. È sempre Verona che comanda il gioco, Caprari prova una conclusione da posizione impossibile invece di servire Veloso meglio piazzato, palla alta.

Ma in campo c’è anche la Salernitana, i granata alzano la testa con Zortea ben imbeccato da Gondo, il suo tiro però finisce alto sulla traversa.

GOL DELLA VERONA!

Quando sembra che i granata possano controllare le sfuriate degli scaligeri, arriva però il pareggio firmato da Lazovic che in diagonale batte Belec con il piatto destro a rientrare, siamo al 63′, 1-1.

GOL DELLA SALERNITANA!

La Salernitana non sta a guardare: prima Zortea sbaglia il controllo in contropiede, poi è Kastanos che, al 70′, permette ai granata di rimettere la freccia con un gran tiro che fulmina Pandur, 1-2.

Verona tutto in avanti mentre Colantuono richiama Coulibaly e Gondo, dentro Capezzi e Bonazzoli. Gialloblù vicinissimi al pareggio al 79′ con un tacco di Kalinic, la palla esce di un soffio alla sinistra di Belec. All’86’ Gagliolo salva il risultato respingendo quasi sulla linea la conclusione di Barak con Belec battuto. All’89’ il Verona resta in dieci uomini a causa del rosso diretto, da parte del sig. Dionisi, per Ilic che ha applaudito, giudicato in maniera irriverente l’arbitro.

Prova a spingere il Verona che cerca il pari nei sette minuti di recupero cerca il gol del pari, ma non accade più niente e i granata portano a casa una vittoria dal valore assoluto che li mantiene aggrappati al sogno salvezza.

Il tabellino del match

Hellas Verona (3-4-2-1): Pandur, Casale (85′ Tameze), Gunter, Ceccherini, Depaoli (59′ Barak), Ilic, Veloso, Lazovic, Lasagna, Caprari, Simeone (59′ Kalinic). A disp.: Chiesa, Kivila, Pierobon, Ruegg, Tameze, Barak, Kalinic, Florio. All.: Igor Tudor

Salernitana (3-5-2): Belec, Gyomber, Gagliolo, Veseli (85′ Kechrida), Zortea (72′ Delli Carri), M. Coulibaly (76′ Capezzi), Di Tacchio, Kastanos, Jaroszynski, Djuric, Gondo (76′ Bonazzoli). A disp.: Fiorillo, De Matteis, Delli Carri, Motoc, Perrone, Kechrida, Schiavone, Capezzi, Russo, Bonazzoli, Cannavale. All.: Stefano Colantuono

Marcatori: 29′ Djuric (rig.), 63′ Lazovic, 70′ Kastanos
Corner: 13-3
Ammoniti: 31′ Kastanos, 36′ Gyomber, 89′ Di Tacchio
Espulsi: 89′ Ilic

Arbitro: Federico Dionisi di L’Aquila
Assistenti: F. Meli (sez. Parma) – G.M. Macaddino (sez. Pesaro)
IV uomo: Valerio Marini (sez. Roma 1)
VAR: Piero Giacomelli (sez. Trieste)
AVAR: Emanuele Prenna (sez. Molfetta)

I numeri del match

67 23

Possesso palla

16 8

Tiri 

12 12

Falli

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari