venerdì 19 07 24
spot_img
HomeFrontpageCedric Gondo tra i migliori a Verona, una spina nel fianco dei...
spot_img

Cedric Gondo tra i migliori a Verona, una spina nel fianco dei gialloblù

spot_img
spot_img

Giocatore determinante della partita della Salernitana vinta contro l’Hellas Verona per 1-2, è sicuramente Cedric Gondo. L’attaccante ivoriano ha disputato una gara di gran concentrazione e sacrificio, contribuendo alla vittoria granata.

Verona-Salernitana: la partita di Gondo

Mister Colantuono opta per il tandem GondoDjuric in attacco. Fin dai primi minuti, si comprende l’andamento della partita: Salernitana chiusa a cinque in difesa con il Verona che cerca di trovare il vantaggio. Il senegalese pressa in fase di non possesso i difensori del Hellas con scarsa intensità. Quando i gialloblù attaccano, tende ad abbassarsi rispetto al compagno di reparto, Milan Djuric. Tale tendenza si mantiene pressoché per tutta la partita. Da sottolineare come spesso mantiene circa dieci metri di distanza massimo dalla propria area di rigore.

Al termine del match risulterà tra i giocatori determinanti del match, conquistando il rigore dello 0-1

I primi sussulti di Gondo in Verona-Salernitana

Al 4′, Gondo tenta il primo tiro in porta. La conclusione è potente ma centrale, parata semplice per Pandur, portiere dell’Hellas. Al 14′, su un lancio lungo in profondità di Di Tacchio, si rende protagonista di uno scatto, creando un’azione pericolosa mal sfruttata. Inoltre gioca sempre venti metri avanti l’area di rigore. Al 21′ da segnalare un buon fallo conquistato su una ripartenza personale. Male, invece, al 25′, poiché si incarta con il pallone, rischiando di subire una ripartenza pericolosa dell’Hellas.

Prima il rigore poi sfiora il raddoppio

Al 27′, conquista un calcio di rigore importantissimo. Disattenzione grave di Gunter, difensore del Hellas, che commette fallo sul senegalese. Dal dischetto va Djuric, che al 29′ mette la palla in rete.  Al 37′ va ad un passo dal realizzare lo 0-2. Con una giocata serve prima il centroavanti bosniaco che a sua volta trova Jaroszinski. Il terzino polacco effettua un ottimo cross per Gondo che, di testa al volo, colpisce il pallone, trovando il riflesso di Pandur.

Pochi tocchi ma mai banali

Nel secondo tempo prova di grande corsa e concentrazione. Inizia male infatti: perde i pochi palloni che riceve. Nonostante ciò, basta poco per riscattarsi. Al 56′, controlla palla con il corpo, si accentra, serve Zortea che tuttavia non trova lo specchio della porta. Al 59′ riceve palla e, con una mezza rovesciata, trova, girato di spalle, sempre Zortea, che ancora una volta non impensierisce Pandur. Quando ha la possibilità cerca sempre di pressare alto. Al 73′ si libera e conquista un buon calcio d’angolo mal sfruttato. Viene infine sostituito da Bonazzoli al 76′.

Dal pagellone di SalernoSport24

Di seguito la pagella di Gondo, a cura del giornalista Francesco Di Pasquale, della redazione di Salernosport24.

“Il migliore in campo nel primo tempo, si allunga e fa salire la squadra. Rischia, in maniera positiva, anche un importante testone offensivo che Pandur blocca. 7


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Paolo Panebianco
Paolo Panebianco
Appassionato di storia, scrittura e Salernitana. Credo nello sport come motivo di integrazione e di crescita dell'individuo. Sempre credere nei propri sogni.
spot_img

Notizie popolari