lunedì 24 06 24
spot_img
HomeSportTokyo 2020: il salernitano Egon Vigna spegne le 4 candeline
spot_img

Tokyo 2020: il salernitano Egon Vigna spegne le 4 candeline

spot_img
spot_img

Tokyo 2020 sta per aprire i battenti. Manca un mese esatto all’apertura della kermesse che vedrà sfidarsi tanti atleti in molteplici discipline. Anche Salerno sarà presente.

4 candeline

Per Egon Vigna sarà la quarta Olimpiade. Il tecnico salernitano sta preparando la squadra nazionale di vela femminile, specialità Laser, o, come tiene a specificare Egon, Ilca 6, che nei prossimi giorni partirà per il Giappone. Gli allenamenti si svolgono nello specchio d’acqua antistante la sezione salernitana della Lega Navale Italiana. Quella di Tokyo non sarà una esperienza  semplice, secondo Egon, visto che gli atleti non avranno modo di uscire dagli spazi che le autorità giapponesi hanno predisposto. Una bolla al contrario insomma. Nessuno potrà “invadere” gli spazi degli abitanti. Non si potranno visitare vie, giardini, musei. Non si potranno prendere treni, metropolitane o bus, con tutte le difficoltà che si possono facilmente immaginare. Ma, ovviamente, detto questo, ci si concentra sulla competizione.

Ed allora, dice Vigna:

«La vela ha dieci classi e, a differenza di altri sport, si partecipa con un equipaggio per classe. L’Italia parteciperà con 6 classi, meno delle altre Olimpiadi. Abbiamo puntato alla qualità, facendo qualche rinuncia».

Quanti sono gli atleti convocati?

«Abbiamo convocato 9 atleti per le 6 classi. Puntiamo molto sul catamarano, che oggi si chiama Nacra 17, classe in cui l’Italia è campione del mondo delle ultime due edizioni con due atleti diversi… Ma anche per il windsurf abbiamo buone aspettative, visto che il nostro atleta si è classificato 1° e 2° agli ultimi due Europei. Mentre, per le donne, la nostra atleta si è classificata al 4° e 5° posto al mondiale».

E La classe Laser Radial?

«Si, poi ci siamo noi. La nostra specialità, Ilca 6, è difficilissima. Ha un numero elevatissimo di partecipanti, per cui aumentano a dismisura le difficolta a muoversi tra tanti equipaggi».

Parliamo di previsioni, per quanto possibile….

«Le previsioni sono di alto livello. Veniamo da due Olimpiadi senza aver preso medaglie, cosa mai successa prima. Per questa edizione, invece, pensiamo che una o due medaglie sono realmente alla nostra portata».

Vedendo le altre Nazioni….

«L’Inghilterra è fortissima! Ha un budget dieci volte il nostro… ha una tradizione di tanti anni. Ma anche Nuova Zelanda e Australia, pur avendo budget come il nostro, hanno buone squadre. Oltre a loro, c’è l’Olanda, che è tra le squadre che portano a casa medaglie».


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Tony Granato
Tony Granato
Anni giovanili in radio. Poi tanti anni (e tante notti) ad organizzare serate nei locali. Ora l'esperienza con SalernoSport24
spot_img

Notizie popolari