domenica 25 09 22
HomeFrontpageColantuono alla guida delle giovani promesse della Salernitana

Colantuono alla guida delle giovani promesse della Salernitana

- Advertisment -spot_img

Stefano Colantuono è il nuovo responsabile tecnico del settore giovanile della Salernitana, ora è ufficiale. Presto si conosceranno i nomi degli allenatori delle squadre.

Stefano Colantuono ter, la storia continua…

Il 27 giugno scorso iniziò a girare la voce che Colantuono stesse pensando di accettare l’incarico che Danilo Iervolino gli offriva: nuovo responsabile tecnico del settore giovanile. Un lavoro non da poco considerando i risultati degli ultimi anni sotto la gestione Lotito-Mezzaroma, per un impegno non da poco. Per Colantuono, il quale dopo l’esonero del febbraio scorso era ancora sotto contratto grazie alla salvezza raggiunta da Nicola, si tratta del terzo incarico alla Salernitana.


Potrebbe interessarti anche:


La risposta è arrivata e, nella settimana in cui i ‘grandi’ si preparano ad affrontare la stagione 2022-2023 in Serie A, toccherà a Colantuono ricostruire dalle ceneri quello che per anni è stato il fiore all’occhiello negli anni di Aliberti prima, e Lombardi poi. Per fare questo però servono collaborati di comprovata esperienza nel settore, magari del posto: su tutti Luca Fusco, il quale pare abbia avuto una proposta per la Primavera.

Il comunicato del club granata.

L’U.S. Salernitana 1919 comunica di aver affidato l’incarico di responsabile del settore giovanile granata al sig. Stefano Colantuono.

La nuova vita di Colantuono

Per il tecnico romano si tratta del secondo incarico di questo genere seppur di un settore giovanile. In precedenza, appena un paio di anni fa, era DT della Sambenedettese, per il resto è sempre stato allenatore della prima squadra, ovunque sia stato messo sotto contratto. Proprio con rossoblù iniziò la carriera in panchina dopo aver appeso le scarpette al chiodo, proprio con la formazione marchigiana, nel 2002, allora presieduta dal presidente Gaucci.

Rimane alle dipendenze di Gaucci, pur passando prima al Catania, poi al Perugia. I buoni risultati lo portano sulla panchina dell’Atalanta dove raggiungerà i risultati più importanti della sua carriera da allenatore: prima la promozione in Serie A, poi l’ottavo posto in campionato.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: