HomeCalcioSerie A, arretrati per molti club tra cui anche la Salernitana...

Serie A, arretrati per molti club tra cui anche la Salernitana…

- Advertisment -

Da quanto emerso negli ultimi giorni, la situazione non è delle migliori in termini di fiscalità per il mondo calcistico. A breve dovrebbe esserci un’assemblea di Lega, nella quale si riuniranno i vari club di Serie A e dove si discuterà sulla possibilità di rateizzare la somma da versare, che si aggira intorno ai 500milioni di euro

Serie A, tassazioni ed arretrati per i granata…

Arretrati da capogiro per i club di Serie A, vincolati e costretti nell’immediatezza ad una riunione, per concordare la soluzione migliore per la mediazione di tale circostanza.

La cifra in oggetto ammonta a circa 500milioni di euro e deriva sostanzialmente dalle tasse non pagate nell’ultimo biennio, Irpef compreso. Sicuramente complice di tale situazione è stata la sospensione, della quale hanno beneficiato i club a causa del Covid.  Al riguardo, la Salernitana deve pagare circa 17,6 milioni di euro.


Ti potrebbero interessare anche:


La società granata gode di sufficiente liquidità per far fronte alle impellenti spese fiscali, ma il vero problema sorge per gli altri club, vincolati ad un concreta e dettagliata attività di programmazione per evitare che ci siano ripercussioni sul prossimo mercato di gennaio.

Il segnale sembra già essere arrivato a destinazione ovvero evitare spese folli, soprattutto con riferimento alle società con una minore forza economica, le quali finirebbero per non adempiere i propri obblighi e sarebbero sottoposte inevitabilmente a penalizzazioni.

Al riguardo anche il governo ha posto in essere i primi passi, infatti il Ministro dello Sport potrebbe, al riguardo, farsi portavoce delle istanze prospettate dai vari club. In tal prospettiva, potrebbe configurarsi anche un’ipotesi di pagamento meno ‘incisiva’ per i club ovvero prevedere che le società paghino un acconto entro la scadenza dell’anno solare, per poi estinguere il debito successivamente.

 Inoltre, tra le questioni di particolare importanza, vi è anche l’assegnazione dei diritti televisivi. A tal riguardo, sarà previsto per gennaio un bando per la relativa assegnazione, che andrà a coprire il triennio 2024-2027.

Exit mobile version