domenica 19 06 22
incrementa i profili social con follower instagram facebook tiktok italiani

HomeSportScafati, due overtime non bastano ai gialloblù per chiudere la serie, sarà...

Scafati, due overtime non bastano ai gialloblù per chiudere la serie, sarà tutto deciso in gara 5

Altro match point sprecato per Scafati nella serie di semifinale. Dopo la sconfitta in gara 3, i piacentini si impongono sui gialloblù dopo due overtime, portando la serie a gara 5.

Scafati in semifinale: altro match point per i gialloblù

Dopo la difficilissima gara 3, dove nell’ultimo quarto Scafati si è fatta rosicchiare il vantaggio, è arrivata un’altra opportunità. Purtroppo, gli uomini di coach Rossi non hanno avuto la meglio degli avversari, che dopo due overtime hanno allungato ulteriormente la serie, portandola a gara 5.

Il match

Il primo quarto si apre con i padroni di casa che si impongono nel match. Le giocate di Sabatini e Devoe scavano un solco. Il talento di Monaldi permette però di rimontare sul risultato e di chiudere il primo quarto con una differenza di soli cinque punti (16-21).

Attacchi con le polveri bagnate in avvio di seconda frazione. Scafati è più precisa e riesce a portarsi in vantaggio, ma le triple di Kohs e Devoe riportano il punteggio in parità. I gialloblù si rimettono in carreggiata e riescono a portare l’inerzia del match dalla loro parte.  Con due canestri consecutivi il primo tempo si chiude sul 36-38.

Difese non attente in avvio di secondo tempo con Piacenza che riesce a ritrovare il vantaggio al terzo minuto. I gialloblù hanno difficoltà a trovare la chiave in attacco, mentre gli emiliani riescono a portare a casa molti canestri, registrando una doppia cifra di vantaggio 51-41 al sesto minuto. Su questo copione si chiude anche il terzo quarto con i padroni di casa avanti 62-51.

In avvio, Piacenza allunga ulteriormente il vantaggio, ma dopo due minuti la squadra emiliana si spegne. Gli scafatesi aprono una serie favorevole che li porta in parità a 4 minuti dalla fine. Piacenza ritrova le ultime forze e risponde colpo sul colpo, con il risultato che a a 29 secondi dal termine è piantato sul 71-71. Purtroppo Scafati spreca l’ultimo possesso e si va al primo supplementare.

Scafati si riporta avanti nei primi minuti con l’estro di Monaldi e Rossato che le permetto di stare avanti, con un punteggio di 75-80 al 43’. Piacenza manca di lucidità ma il solito Davoe accorcia le distanze. All’americano si affianca Sabatini che con una tripla sulla sirena condanna il match ad un secondo supplementare.

Cournooh e Ikangi illudono la Givova che non ha più le forze necessarie per combattere gli avversari. Piacenza, al contrario, sospinta dal pubblico amico chiude anzitempo il punteggio con delle triple del solito Sabatini e di Kohs. Su questa scia si conclude la sfida dopo due supplementari in favore dell’UCC Assigeco Piacenza che rimanda la serie a gara 5.

Coach Rossi: “Partita a strappi, abbiamo fatto troppi errori”

Il coach dei gialloblù ha rilasciato delle dichiarazioni dopo il match, di cui se ne riporta il contenuto: «in campo si sono viste due squadre stanche per l’enorme sforzo che stanno profondendo. Eravamo riusciti a recuperare nell’ultimo quarto uno svantaggio importante e, ciononostante, non siamo riusciti a spuntarla neppure all’over time, pur avendone il controllo, a causa di ingenuità ed errori.

Dobbiamo ora riguardare le cose che non hanno funzionato e concentrare le energie per gara cinque, sfoderando una rabbia agonistica indispensabile. Non siamo riusciti mai a prendere in mano completamente l’inerzia della sfida. La partita è andata a strappi: abbiamo fatto cose buone per alcuni minuti, per poi fare errori in sequenza nei successivi minuti, una montagna russa dalla quale dobbiamo scendere. Serve cuore ed orgoglio per vincere la serie in gara cinque, scendendo in campo con responsabilità, per il percorso fatto fino ad oggi. Dobbiamo alzare il livello, riunire le energie e chiamare all’appello il nostro pubblico, affinché in gara cinque le cose possano andare per il verso giusto. Dobbiamo ritrovare i nostri standard difensivi».

Decisa la prima squadra finalista

Nel frattempo nell’altro accoppiamento di semifinale, la Pallacanestro Cantù ha chiuso la serie con uno sweep assicurandosi il primo posto valido per la finale. Quindi a prescindere dal risultato, i lombardi avranno la possibilità di riposare meglio dell’avversario e preparare la serie.


Potrebbe interessarti anche:

Scafati brucia il primo match point valido per l’accesso alla serie finale

Tommaso Guariglia, centro originario di Salerno in roster con Piacenza:”un’emozione tornare al PalaMangano”

- Advertisment -Soluzio di Agos Ducato agenzia di Salerno, prestiti personali, cessione del quinto

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: