mercoledì 09 11 22
HomeSportBASKETTerza sconfitta di fila per Scafati, troppi rammarichi per una partita che...

Terza sconfitta di fila per Scafati, troppi rammarichi per una partita che si poteva vincere

- Advertisment -spot_img

Scafati e Brescia si sono affrontati sul parquet del Pala Leonessa. Purtroppo gli uomini di coach Rossi escono sconfitti alla fine di una battaglia che i gialloblù avevano dimostrato di poter vincere.

Scafati – Brescia: rammarico per i gialloblù

Dai pronostici doveva essere una partita a senso unico per i bresciani. Invece, la squadra di coach Rossi può solo recriminare di aver buttato al vento un’opportunità contro una delle squadre più attrezzate del campionato. Anche in questo caso però, ci sono molti spunti da cui attingere per le prossime partite, con ampi spazi di miglioramento.


Potrebbe interessarti anche:


Il match

La partita inizia con la retina inaugurata da Pinkins portando la Givova sul +3 al primo minuto. Dopo questa fiammata entrambe le squadre sono troppo impacciate per trovare la via del punto, con numerosi errori da entrambe le parti. Ne esce fuori una sfida equilibrata con un punteggio molto contenuto (4-5 al 5′). Henry prova a far volare i suoi con una tripla al 6’ (4-8), ma Della Valle è infallibile sulla lunetta e riporta i suoi sul pari. La sfida continua molto equilibrata con colpi da una parte e dell’altra e il primo periodo si conclude sul punteggio di 16 pari.

Il secondo quarto si apre sempre con le polveri bagnate su entrambi i fronti. Solo al terzo minuto i locali trovano in Caupain una valida soluzione offensiva su cui cercano di trovare la chiave del match (29-21 al 5′). La Givova però non molla e si rifà sotto e trova la forza di superare i bresciani al settimo minuto (29-32). Brescia non ci sta e risponde colpo su colpo, ritrovando il pareggio sul finire della ripresa, chiusa in vantaggio di un solo punto (37-36).

Henry è il protagonista dei primi minuti del secondo tempo, nei quali i gialloblù si portano avanti di quattro punti al terzo minuto (37-41). Brescia reagisce e con un parziale di 9-2, ribalta nuovamente il punteggio, che al sesto minuto vede i lombardi avanti (46-43). La sfida cresce di interesse ed intensità col trascorrere dei minuti, restando equilibrata fino al suono della terza sirena (55-55).

In avvio di ultima frazione, Scafati si ritrova avanti con una tripla di Landi. La sfida è a favore delle difese, con la conseguenza che il punteggio si mantiene basso ed equilibrato (60-60 al 34’). L’aggressività difensiva permette a Scafati di reggere i colpi e di non lasciarsi surclassare, neppure quando la battaglia fisica prende il sopravvento su quella tecnica (66-67 al 38’). Il gioco confuso sembra agevolare la Givova, che però perde Thompson e Stone per raggiunto limite di falli. Proprio qualche fallo di troppo penalizza i campani che si ritrovano sotto 72-70 a 21 secondi dal termine. Una tripla di Monaldi a soli 5 secondi dal termine porta però in vantaggio i salernitani (72-73). Ormai sembra fatta, ma un fallo ingenuo di Henry prima della rimessa regala un tiro dalla lunetta ai bresciani, che non perdonano e si riportano in parità. Si passa quindi all’overtime.

Scafati è scarica, Brescia ne ha di più e lo fa sentire. I gialloblù non hanno più la reattività dei tempi regolamentari. La Germani però resta imprecisa sotto canestro e non riesce a prendere il largo, tanto che le compagini sono appaiate ad un solo possesso di distacco a 10 secondi dal termine (82-79 per la Germani) con Scafati in possesso. Qui succede una cosa a tratti inspiegabile: l’americano Lamb si ritrova tra le mani la palla del possibile pari, ma invece di cercare la giocata da tre, penetra a canestro e trova un facile lay-up che chiude il match sul punteggio finale di 82-81.

Coach Rossi: “Siamo stati bravi a restare in partita”

Al termine del match il coach dei gialloblù, Alessandro Rossi, ha rilasciato un intervista in cui ha dichiarato che: «è difficile per me oggi commentare una sconfitta arrivata su un campo ostico contro una squadra molto forte. Piccolissimi dettagli non ci hanno permesso di conquistare il successo. Brescia non ha demeritato, ma anche noi avremmo meritato allo stesso modo. Fa molto male, anche perché abbiamo perso una quantità non giustificabile di palloni.

Tranne un buco nel secondo quarto, dal punto di vista difensivo siamo sempre stati nella partita. Siamo stati energici e attenti, ma in attacco abbiamo sprecato troppi possessi per poter pensare di vincere. Essendo stati così vicini alla vittoria alla fine dei tempi regolamentari, nell’over time l’inerzia è andata nelle mani degli avversari, ma ciononostante siamo stati comunque bravi a restare in partita e ad avere anche la possibilità di pareggiare alla fine, ma stranamente Lamb non ha tirato da tre: scelta che onestamente fatico a commentare».

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: