domenica 03 12 23
spot_img
HomeSportBASKETScafati ospita Cremona sperando nel tris
spot_img

Scafati ospita Cremona sperando nel tris

spot_imgspot_img

Domenica 29 ottobre, Scafati Basket accoglie la neopromossa Cremona. L’obiettivo è la vittoria. Analizziamo l’incontro.

Scafati Basket, su punta alla terza vittoria

È indubbio che affrontare una neopromossa voglia dire che la squadra di Scafati è obbligata a vincere. Vincere vorrebbe dire, per la squadra di Sacripanti, fare 3 su 5 e di conseguenza portare altri due punti preziosi per la classifica. In questo momento Scafati naviga all’ottavo post, con 4 punti a carico. Vanoli Cremona, invece, ha solo 2 punti in classifica. Ma analizziamo l’incontro più da vicino. La classifica conta poco quando due squadre si trovano uno contro uno sul parquet di gioco e, lo sappiamo, il campo ci rivela sempre sorprese. Allo stesso tempo, però, possiamo spulciare qualche dato per prepararci al match.

Scafati e Cremona sono due team dal grande gioco offensivo, rispettivamente con 86 punti media partita e 84.3 punti di media a incontro. Scafati è al terzo posto, in questa particolare classifica, sotto solo alla Virtus e alla GeVi Napoli. Nonostante per quanto riguarda le statistiche di squadra sui rimbalzi difensivi, sugli assist e sulla valutazione complessiva della squadra, Scafati appaia superiore alla neopromossa, è da tenere d’occhio il dato sulla percentuale di tiri da due punti, con il Cremona al primo posto con il 61%; Scafati è ferma al quinto posto con il 56,1%. Il generale, Cremona è la prima squadra per tiri riusciti, con il 50%. Anche sotto canestro Cremona fa temere la squadra campana piazzandosi al primo posto per la percentuale di rimbalzi (30,0).

Le armi gialloblù

Con occhio oggettivo, la sfida si presenta interessante. Scafati però ha due carte in più da giocare domani sera: la prima è Kruize Pinkins, ormai colonna partante del team che si aggiudica il primo posto in classica campionato per la percentuale di tiri (66,7%); la seconda carta che Sacripanti ha da giocare è quella del neo acquisto lettone Janis Strelnieks. Il playmaker è arrivato negli scorsi giorni alla corte di Longobardi ed è pronto a dare la sua esperienza per realizzare gli obiettivi di Scafati.

spot_img
Daniele Alfano
Daniele Alfano
Laureato in Scienze storiche.
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Scafati ospita Cremona sperando nel tris

spot_img

Domenica 29 ottobre, Scafati Basket accoglie la neopromossa Cremona. L’obiettivo è la vittoria. Analizziamo l’incontro.

Scafati Basket, su punta alla terza vittoria

È indubbio che affrontare una neopromossa voglia dire che la squadra di Scafati è obbligata a vincere. Vincere vorrebbe dire, per la squadra di Sacripanti, fare 3 su 5 e di conseguenza portare altri due punti preziosi per la classifica. In questo momento Scafati naviga all’ottavo post, con 4 punti a carico. Vanoli Cremona, invece, ha solo 2 punti in classifica. Ma analizziamo l’incontro più da vicino. La classifica conta poco quando due squadre si trovano uno contro uno sul parquet di gioco e, lo sappiamo, il campo ci rivela sempre sorprese. Allo stesso tempo, però, possiamo spulciare qualche dato per prepararci al match.

Scafati e Cremona sono due team dal grande gioco offensivo, rispettivamente con 86 punti media partita e 84.3 punti di media a incontro. Scafati è al terzo posto, in questa particolare classifica, sotto solo alla Virtus e alla GeVi Napoli. Nonostante per quanto riguarda le statistiche di squadra sui rimbalzi difensivi, sugli assist e sulla valutazione complessiva della squadra, Scafati appaia superiore alla neopromossa, è da tenere d’occhio il dato sulla percentuale di tiri da due punti, con il Cremona al primo posto con il 61%; Scafati è ferma al quinto posto con il 56,1%. Il generale, Cremona è la prima squadra per tiri riusciti, con il 50%. Anche sotto canestro Cremona fa temere la squadra campana piazzandosi al primo posto per la percentuale di rimbalzi (30,0).

Le armi gialloblù

Con occhio oggettivo, la sfida si presenta interessante. Scafati però ha due carte in più da giocare domani sera: la prima è Kruize Pinkins, ormai colonna partante del team che si aggiudica il primo posto in classica campionato per la percentuale di tiri (66,7%); la seconda carta che Sacripanti ha da giocare è quella del neo acquisto lettone Janis Strelnieks. Il playmaker è arrivato negli scorsi giorni alla corte di Longobardi ed è pronto a dare la sua esperienza per realizzare gli obiettivi di Scafati.

Daniele Alfano
Daniele Alfano
Laureato in Scienze storiche.
spot_img

Notizie popolari