giovedì 08 12 22
HomeSportBASKETLa cura Caja non funziona, trasferta amara per i gialloblù

La cura Caja non funziona, trasferta amara per i gialloblù

- Advertisment -spot_img

Lo Scafati Basket esce sconfitto dal PalaSerradimigli. Per i ragazzi in gialloblù non c’è mai stata contesa in una partita a tratti a senso unico.

Scafati Basket: esordio con sconfitta per Caja

Si inaugura con una sconfitta la nuova era Caja nello Scafati Basket, in una partita dove i gialloblù hanno dovuto inseguire sempre l’avversario. In particolare, già dal primo quarto appariva evidente la difficoltà del collettivo del patron Longobardi, con gli isolani che chiudono il periodo con un vantaggio in doppia cifra.

Purtroppo che la partita sarebbe stata difficile era prevedibile, con un avversario come la Dinamo Sassari che difende con i denti il territorio di casa. In ogni caso, nonostante la squadra di casa sia stata sempre avanti nel punteggio, raggiungendo più volte differenze importanti, non tutto è da buttare. Infatti, il collettivo gialloblù deve ripartire dagli ultimi minuti, dove con determinazione ha rosicato il vantaggio dei sardi riportandosi sotto di 10 punti, con il punteggio finale di 86-76.


Potrebbe interessarti anche:


Caja: “Dobbiamo ripartire dall’ottimo ultimo quarto”

Il coach del collettivo gialloblù, Attilio Caja, ha rilasciato delle dichiarazioni, in cui ha affermato: «Faccio i complimenti a Sassari, che ha vinto meritatamente dopo una partita combattiva ed aggressiva, corroborata dalle ottime percentuali di tiro. Noi invece non abbiamo avuto tanti giocatori con la stessa aggressività in campo.

All’inizio abbiamo pasticciato un po’ in attacco, ma poi ci siamo ripresi e, in avvio di terzo quarto, abbiamo fatto vedere ottime cose, rientrando in partita e portandoci sul -4. Poi però abbiamo subito alcune triple in sequenza e ci siamo disuniti. E’ stata comunque buona la reazione finale, perché eravamo sotto di 25 punti ed abbiamo chiuso invece sotto di 10 punti. E’ da questa reazione che dobbiamo ripartire per il futuro, consapevoli di dover avere in campo un atteggiamento più importante sotto l’aspetto fisico, perché dobbiamo usare molto di più il corpo, cosa che oggi ho visto fare solo a Logan, Pinkins e Stone».

Le altre partite

Purtroppo il risultato degli altri campi non hanno aiutato la Givova, con Verona che strappa una vittoria e si stacca dall’ultima posizione rilegando il collettivo gialloblù all’ultimo posto solitario in classifica.

Classifica
#   Pt G V P
1 Virtus Segafredo Bologna 14 7 7 0
2 EA7 Emporio Armani Milano 12 6 6 1
3 Bertram Derthona 10 7 5 2
4  Openjobmetis Varese 10 7 5 2
5  Carpegna Prosciutto Pesaro 8 7 4 3
6 Dolomiti Energia Trentino 8 7 4 3
7 Umana Reyer Venezia 8 7 4 3
8 Happy Casa Brindisi 6 7 3 4
9 Banco Di Sardegna Sassari 6 7 3 4
10  Germani Brescia 6 7 3 4
11 GeVi Napoli 6 7 3 4
12 Tezenis Verona 4 7 2 5
13 UNAHOTELS Reggio Emilia 4 7 2 5
14 Pallacanestro Trieste 4 7 2 5
15  NutriBullet Treviso 4 7 2 5
16 Givova Scafati 2 7 1 6
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: