mercoledì 28 09 22
HomeSportSalerno Cup: Marcello Serafini è il vincitore della prima edizione

Salerno Cup: Marcello Serafini è il vincitore della prima edizione

- Advertisment -spot_img

La Salerno Cup di tennis va in archivio. Si chiude con una bella finale, giocata in uno scenario incantevole, la prima edizione del torneo internazionale maschile categoria ITF

Salerno Cup

Si chiama Salerno Cup. È la prima edizione del torneo ITF internazionale maschile di tennis. Con la finale giocata ieri tra Lorenzo Bocchi e Marcello Serafini, il direttore tecnico del torneo, Tommaso D’Onofrio, e la parte organizzativa danno appuntamento al prossimo anno per la seconda edizione. Un torneo che ha visto la partecipazione di 32 atleti nazionali ed internazionali, ed un montepremi di 15.000 dollari. Cifra questa che, c’è da scommetterci, gli organizzatori faranno di tutto per elevarlo 25.000 dollari il prossimo anno. Un colpo d’occhio notevole quello che si è presentato agli occhi di chi è intervenuto. Tribune (e non solo) piene ed un panorama mozzafiato a fare da scenario. Presenze importanti, come quella di Virginia Di Caterino, presidente regionale FIT, Pietro Dini, consigliere federale Campania, ad esempio. Ma anche di Pino D’Andrea, vicepresidente della Commissione Sport del Comune di Salerno. Il tutto a suggellare l’importanza di questa prima edizione della Salerno Cup.

Le finali

La finale che si è giocata ieri, al meglio dei 2 set, tra Lorenzo Bocchi e Marcello Serafini, è stata vinta da quest’ultimo con il punteggio di 6-3 / 6-3. Serafini, 20 anni, romagnolo e numero 3 del tabellone, ha sconfitto in semifinale Andrea Picchione. L’altro finalista, il ventiquattrenne Lorenzo Bocchi, numero 4 del tabellone, ha invece sconfitto in semifinale Gabriele Maria Noce (vincitore, a sua volta, della finale di doppio). Già negli altri due precedenti, giocati a L’Aquila e Pescara, Marcello Serafini aveva sconfitto Bocchi.  Nella finale di doppio, giocata sabato, a vincere il trofeo è stata la coppia Gabriele Maria Noce/Niccolò Catini che ha sconfitto al tiebreak la coppia Luigi Sorrentino/Leonardo Rossi con il punteggio di 6/3; 5/7; 10/6

Le parle di Virginia Di Caterino presidente FIT Campania:

Virginia Di Caterino, presidente FIT: «Ho il piacere di presenziare ad un torneo così prestigioso, che ritorna dopo tanti anni. Ricordo, da piccola, che c’era questo torneo importantissimo a Salerno. Posso solo essere contenta che nella mia, nostra regione, aggiungiamo tornei. E questo di Salerno si aggiunge all’ITF di Caserta e, tra circa un mese, avremo un torneo ATP 250 a Napoli. Sono quindi orgogliosa, perchè il tennis della nostra regione può dirsi, ormai, di alto livello e, soprattutto, possiamo essere orgogliosi di giocare a tennis in Campania. Mi auguro di poter assistere alla seconda edizione con un eventuale upgrade. Mi complimento con il Circolo Tennis che ha ospitato il torneo. È sempre una bella emozione, per me, respirare il tennis internazionale nella mia regione. E, soprattutto, grazie a chi fa grossi sacrifici per ospitare il tennis internazionale».

Le parole di organizzatori e istituzioni

Enrico D’Alessio: «Siamo davvero contenti. Una sensazione di felicità, di piacere, di aver organizzato questo torneo, con tutte le collaborazioni che abbiamo potuto attivare. Felici per la grande partecipazione di pubblico e di atleti, tutti ben classificati. E poi, portare a Salerno un torneo importante dopo decine di anni, è il primo tassello per promuovere ancora di più questo sport».

Pino D’Andrea: «Come Commissione Sport siamo vicini a chi organizza questi eventi […] Per cui, partire da questo presupposto per portare quell’entusiasmo che potrà quindi, generare un circolo virtuoso. Abbiamo capito che portare sport a grosso livello genera turismo, ma la manifestazione importante invoglia, poi, i giovani, a fare sport»

Tommaso D’Onofrio: «È stata una finale particolarmente bella. La speranza e che si possa salire a 25.000 dollari che significherebbe avere un torneo ancora più importante, questo per fare in modo che Salerno consolidi la sua partecipazionenel calendario internazionale dei tornei di tennis che vedono i miglori giovani che possono, poi, in futuro, aspirare a tornei più importanti».


Potrebbe interessarti anche:

Tony Granato
Tony Granato
Anni giovanili in radio. Poi tanti anni (e tante notti) ad organizzare serate nei locali. Ora l'esperienza con SalernoSport24
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: