giovedì 08 12 22
HomeCalcioL'ultima del prossimo avversario: Verona sconfitto nel finale dall'Udinese

L’ultima del prossimo avversario: Verona sconfitto nel finale dall’Udinese

- Advertisment -spot_img

Il Verona di Cioffi, prossimo avversario dei granata, è uscito sconfitto nell’ultima partita giocata. Gli scaligeri sono stati beffati in pieno recupero dall’Udinese, che ha portato a casa un’importantissima vittoria.

L’ultima del prossimo avversario: il Verona

Dopo l’ultimo turno di campionato si sono fatte abbastanza insistenti le voci di un potenziale esonero di Nicola. Lo stesso si potrebbe dire per Cioffi, che siede su una panchina, quella del Verona, di gran lunga più traballante. L’ex allenatore dell’Udinese si è visto portare via dei punti nel posticipo del lunedì proprio contro i friulani.


Ti potrebbero interessare anche:


L’Hellas è passato in vantaggio al 23′ con Doig, chiudendo la prima frazione di gioco sull’1-0. Un risultato che sembrava essere incoraggiante, soprattutto se si pensa al gioco proposto fino a quel momento contro una squadra, quella di Sottil, che sta sorprendendo tutti ed occupa la terza posizione in classifica, ad una sola lunghezza da Napoli e Atalanta.

Il calo è arrivato nella ripresa, con gli ospiti che hanno rimontato e portato a casa i tre punti prima con Beto, poi con il difensore Bijol. Quest’ultimo è l’eroe di giornata per i bianconeri: la rete della vittoria è arrivata, infatti, al 93′. Una beffa per Cioffi e i suoi, che si vedono così costretti ad arrendersi.

La classifica del Verona e le dichiarazioni di Cioffi

Terza sconfitta consecutiva per gli scaligeri, con una sola vittoria finora in questa Serie A 2022-2023. La classifica li vede occupare il terzultimo posto con soli 5 punti. La partita di domenica 9 ottobre contro la Salernitana, potrebbe essere ancora più importante (per entrambe le squadre) poiché entrambi gli allenatori sono, ora, a rischio.

Non mancano le polemiche per il modo in cui è maturata la sconfitta nel finale. Cioffi, infatti, ha dichiarato a proposito del gol di Bijol, arrivato in seguito ad un presunto fallo sull’ex granata Djuric: «C’è rammarico, se il metro di giudizio fosse stato lo stesso per tutta la gara avremmo accettato quel fallo, ma non è stato così, e da alcune testate giornalistiche è stato riconosciuto. Questo ci ha fatto girare le scatole».

Il tecnico dei veneti ha, però, subito fatto capire che la testa è già a Salerno, con un Verona voglioso di riscatto in un match chiave per la corsa alla salvezza: «Dobbiamo voltare subito pagina. Ho visto la squadra presente, attenta, vogliosa e che ha fatto tanti progressi. Io sono convinto che le difficoltà fossero in preventivo, così come del fatto che siamo tutti uniti per raggiungere l’obiettivo salvezza».

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: