sabato 13 04 24
spot_img
HomeFrontpageSalernitana-Torino: Verdi e Bonazzoli per la corsa alla salvezza
spot_img

Salernitana-Torino: Verdi e Bonazzoli per la corsa alla salvezza

spot_imgspot_img

Verdi e Bonazzoli sono i nomi dei due ex giocatori del Torino che sabato 2 Aprile allo stadio “Arechi”, scenderanno in campo nel match che vedrà impegnata la Salernitana contro la squadra piemontese. Una partita cruciale nella lotta per la salvezza dei granata. Nicola ha scelto i due ex del Toro per dare sostegno a Djuric.

Gli ex Torino, Verdi e Bonazzoli

Sabato 2 aprile apre la 31ª giornata del campionato di Serie A 2021-2022. Allo stadio “Arechi” si troveranno di fronte Salernitana e Torino e i granata campani metteranno sul campo due ex giocatori proprio del Toro, Federico Bonazzoli e Simone Verdi. Nel match di andata il 4-0 finale pesò come un macigno sulla fragilità dei granata, un girone fa gli equilibri erano opposti; nel match di domani i calciatori di Davide Nicola scenderanno in campo per sovvertire tutti i pronostici.

La sponda granata di Simone Verdi

Simone Verdi è cresciuto nelle giovanili del Milan, e ha militato due anni nel Torino, dal 2011 al 2013, più poi il ritorno nel 2019. Non un ritorno felice per lui che non ha mai veramente espresso con continuità le sue doti: un solo gol, alla Fiorentina, alla 2ª giornata di campionato. Poi tanta panchina e tante gare saltate per infortunio.

Con la finestra di mercato di gennaio è andato in prestito alla Salernitana, con un esordio da sogno: due gol in sedici minuti, entrambi su punizioni, entrambi da incorniciare nell’album dei sogni.

Ma le condizioni a Salerno non sono delle migliori, e l’ultimo posto in classifica generale non aiuta le speranze di risalita dei granata. Finora per lui restano queste due perle e otto presenze di cui sette da titolare. Davide Nicola lo ha spesso preferito ai suoi compagni di reparto grazie alla sua duttilità offensiva. Il mister, infatti, ha schierato il 30enne di Broni dal centro-sinistra, al ruolo di trequartista, finanche ala sinistra.

Il pistolero Bonazzoli

Anche per Federico Bonazzoli ha in comune con Verdi la regione di nascita, la Lombardia, e anche un passato recente al Torino, dove ha giocato dal 2020 al 2021, per poi passare alla Salernitana. Tutta la trafila nelle giovanili dell’Inter, ha militato nella Sampdoria, dove è periodicamente ritornato. È l’attaccante al quale prima Castori, poi Colantuono e, infine, Davide Nicola si aggrappano per centrare un sogno, una salvezza che avrebbe quasi del miracolo.

Per lui 24 presenze tra campionato e Coppa Italia quest’anno condite nove gol in totale, molte decisive ai fini del risultato finale. In 14 occasioni è partito dal primo minuto, e quando è entrato in campo il suo apporto è stato spesso importante, quanto meno per far salire la squadra, come a Cagliari e il suo gol quasi sui titoli di coda. In quattro occasioni quest’anno ha dovuto mordere il freno, tre per infortunio.

Le motivazioni

Spesso sono le motivazioni che danno quel qualcosa in più per vincere le gare. Chissà che le esperienze passate all’ombra della Mole non potrebbero infondere un senso di rivalsa e far vedere il loro valore laddove un giudizio superficiale o affrettato, in passato, ne aveva deciso un’altra strada per la loro carriera.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari