domenica 03 03 24
spot_img
HomeEsclusiveRoberto Breda: "Buon mercato funzionale alle idee di Castori"
spot_img

Roberto Breda: “Buon mercato funzionale alle idee di Castori”

spot_imgspot_img

In vista dell’esordio di domenica 22 agosto, che vedrà i granata impegnati al “Dall’Ara” di Bologna, abbiamo contattato Roberto Breda, storico capitano dell’ultima Salernitana in Serie A.

Breda: “Simy un ottimo acquisto per la Salernitana”

Roberto Breda, ben otto stagioni con la maglia della Salernitana, 230 presenze e dieci reti con la maglia della Bersagliera addosso. Breda sarà infatti protagonista prima, e capitano poi, della squadra, allenata da Delio Rossi, che conquistò una fantastica promozione nella stagione 1997-1998.

Per Breda, una parentesi importante anche da tecnico, nella stagione 2010, dove guida la Salernitana, in un’annata travagliata, con i campani indebitati, prossimi al fallimento e penalizzati di cinque punti, conquistando un posto ai play-off, perdendo solo in finale contro l’Hellas Verona.

Un legame speciale, quello tra il calciatore, natio di Treviso, e la piazza di Salerno, consolidato, anche, dall’incarico di assessore allo sport al Comune, tra il 2006 e il 2007.

L’ultima volta che la Salernitana affrontò il Bologna in massima serie lei era il capitano della formazione granata.

«Ricordo un gran gol di Signori, era nella mia zona di campo, fece una grande giocata da grande attaccante il quale era. Dopo riuscimmo a rientrare in partita, tutto sommato facemmo una buona gara, fu una partita molto equilibrata. Eravamo in una buona fase, avevamo perso quel timore che c’aveva accompagnato nelle prime partite di campionato».

Come vede la Salernitana, in vista dell’esordio dopo ben 23 anni in massima serie?

«Le varie situazioni societarie hanno un po’ penalizzato l’inizio, poi si sono iniziate a fare le cose per bene. Le operazioni di mercato, che sono state fatte, sono giuste. Simy è stato un ottimo acquisto, un calciatore che da anni sta dimostrando una vera e propria confidenza con il gol, ha fatto molto bene a Crotone, un calciatore difficile da marcare». 

Da tecnico come vede Castori alla guida della Salernitana?

«Castori sulla fase difensiva è un ottimo allenatore, sa dare equilibrio alle sue squadra. Trarrà sicuramente vantaggio dall’esperienza avuta qualche anno fa a Carpi, dove la società inizialmente provò a fare un tipo di squadra, non idonee con le sue idee, ricordo l’ingaggio di Borriello, ma poi riuscì a risollevare la situazione, affidandosi ai suoi uomini, sfiorando per poco la salvezza. la Salernitana sta facendo un buon mercato funzionale con la sua idea di calcio».

Dopo la parentesi dello scorso anno a Pescara, cosa c’è nel futuro di Roberto Breda?

«Il mio lavoro non è che si programma, si aspetta la chiamata e si valuta se sia quella giusta. Sto iniziando a studiare le squadre, come partirà questo campionato, c’è tanta curiosità, anche perché, quest’anno la Serie B è davvero molto equilibrata».


Potrebbe interessarti anche:

 

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Roberto Breda: “Buon mercato funzionale alle idee di Castori”

spot_imgspot_img

In vista dell’esordio di domenica 22 agosto, che vedrà i granata impegnati al “Dall’Ara” di Bologna, abbiamo contattato Roberto Breda, storico capitano dell’ultima Salernitana in Serie A.

Breda: “Simy un ottimo acquisto per la Salernitana”

Roberto Breda, ben otto stagioni con la maglia della Salernitana, 230 presenze e dieci reti con la maglia della Bersagliera addosso. Breda sarà infatti protagonista prima, e capitano poi, della squadra, allenata da Delio Rossi, che conquistò una fantastica promozione nella stagione 1997-1998.

Per Breda, una parentesi importante anche da tecnico, nella stagione 2010, dove guida la Salernitana, in un’annata travagliata, con i campani indebitati, prossimi al fallimento e penalizzati di cinque punti, conquistando un posto ai play-off, perdendo solo in finale contro l’Hellas Verona.

Un legame speciale, quello tra il calciatore, natio di Treviso, e la piazza di Salerno, consolidato, anche, dall’incarico di assessore allo sport al Comune, tra il 2006 e il 2007.

L’ultima volta che la Salernitana affrontò il Bologna in massima serie lei era il capitano della formazione granata.

«Ricordo un gran gol di Signori, era nella mia zona di campo, fece una grande giocata da grande attaccante il quale era. Dopo riuscimmo a rientrare in partita, tutto sommato facemmo una buona gara, fu una partita molto equilibrata. Eravamo in una buona fase, avevamo perso quel timore che c’aveva accompagnato nelle prime partite di campionato».

Come vede la Salernitana, in vista dell’esordio dopo ben 23 anni in massima serie?

«Le varie situazioni societarie hanno un po’ penalizzato l’inizio, poi si sono iniziate a fare le cose per bene. Le operazioni di mercato, che sono state fatte, sono giuste. Simy è stato un ottimo acquisto, un calciatore che da anni sta dimostrando una vera e propria confidenza con il gol, ha fatto molto bene a Crotone, un calciatore difficile da marcare». 

Da tecnico come vede Castori alla guida della Salernitana?

«Castori sulla fase difensiva è un ottimo allenatore, sa dare equilibrio alle sue squadra. Trarrà sicuramente vantaggio dall’esperienza avuta qualche anno fa a Carpi, dove la società inizialmente provò a fare un tipo di squadra, non idonee con le sue idee, ricordo l’ingaggio di Borriello, ma poi riuscì a risollevare la situazione, affidandosi ai suoi uomini, sfiorando per poco la salvezza. la Salernitana sta facendo un buon mercato funzionale con la sua idea di calcio».

Dopo la parentesi dello scorso anno a Pescara, cosa c’è nel futuro di Roberto Breda?

«Il mio lavoro non è che si programma, si aspetta la chiamata e si valuta se sia quella giusta. Sto iniziando a studiare le squadre, come partirà questo campionato, c’è tanta curiosità, anche perché, quest’anno la Serie B è davvero molto equilibrata».


Potrebbe interessarti anche:

 

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Roberto Breda: “Buon mercato funzionale alle idee di Castori”

spot_img

In vista dell’esordio di domenica 22 agosto, che vedrà i granata impegnati al “Dall’Ara” di Bologna, abbiamo contattato Roberto Breda, storico capitano dell’ultima Salernitana in Serie A.

Breda: “Simy un ottimo acquisto per la Salernitana”

Roberto Breda, ben otto stagioni con la maglia della Salernitana, 230 presenze e dieci reti con la maglia della Bersagliera addosso. Breda sarà infatti protagonista prima, e capitano poi, della squadra, allenata da Delio Rossi, che conquistò una fantastica promozione nella stagione 1997-1998.

Per Breda, una parentesi importante anche da tecnico, nella stagione 2010, dove guida la Salernitana, in un’annata travagliata, con i campani indebitati, prossimi al fallimento e penalizzati di cinque punti, conquistando un posto ai play-off, perdendo solo in finale contro l’Hellas Verona.

Un legame speciale, quello tra il calciatore, natio di Treviso, e la piazza di Salerno, consolidato, anche, dall’incarico di assessore allo sport al Comune, tra il 2006 e il 2007.

L’ultima volta che la Salernitana affrontò il Bologna in massima serie lei era il capitano della formazione granata.

«Ricordo un gran gol di Signori, era nella mia zona di campo, fece una grande giocata da grande attaccante il quale era. Dopo riuscimmo a rientrare in partita, tutto sommato facemmo una buona gara, fu una partita molto equilibrata. Eravamo in una buona fase, avevamo perso quel timore che c’aveva accompagnato nelle prime partite di campionato».

Come vede la Salernitana, in vista dell’esordio dopo ben 23 anni in massima serie?

«Le varie situazioni societarie hanno un po’ penalizzato l’inizio, poi si sono iniziate a fare le cose per bene. Le operazioni di mercato, che sono state fatte, sono giuste. Simy è stato un ottimo acquisto, un calciatore che da anni sta dimostrando una vera e propria confidenza con il gol, ha fatto molto bene a Crotone, un calciatore difficile da marcare». 

Da tecnico come vede Castori alla guida della Salernitana?

«Castori sulla fase difensiva è un ottimo allenatore, sa dare equilibrio alle sue squadra. Trarrà sicuramente vantaggio dall’esperienza avuta qualche anno fa a Carpi, dove la società inizialmente provò a fare un tipo di squadra, non idonee con le sue idee, ricordo l’ingaggio di Borriello, ma poi riuscì a risollevare la situazione, affidandosi ai suoi uomini, sfiorando per poco la salvezza. la Salernitana sta facendo un buon mercato funzionale con la sua idea di calcio».

Dopo la parentesi dello scorso anno a Pescara, cosa c’è nel futuro di Roberto Breda?

«Il mio lavoro non è che si programma, si aspetta la chiamata e si valuta se sia quella giusta. Sto iniziando a studiare le squadre, come partirà questo campionato, c’è tanta curiosità, anche perché, quest’anno la Serie B è davvero molto equilibrata».


Potrebbe interessarti anche:

 

spot_img

Notizie popolari