sabato 13 04 24
spot_img
HomeFrontpageSalernitana-Lazio, pagellone granata: insufficienza alla sfortuna
spot_img

Salernitana-Lazio, pagellone granata: insufficienza alla sfortuna

spot_imgspot_img

È una Salernitana falcidiata dalle assenza quella che scende in campo contro la Lazio di Maurizio Sarri

Salernitana-Lazio: le pagelle dei granata

A poche ore dal match, infatti, il club granata ha comunicato altri tre casi di positività da Covid-19. Colantuono ha dovuto convocare cinque ragazzi della Primavera. Dal 1′ minuto esordio per il giovanissimo difensore moldavo Andrei Motoc, classe 2002.


Belec – incolpevole, o quasi, sui primi due gol complice una non comunicazione con il suo reparto. Atletico quantomeno per coprire l’angolo alto sul colpo di testa di Immobile. Nella ripresa prova a bloccare un paio di conclusioni ma la partita è già incanalata verso la sconfitta. 5

Delli Carri – un ragazzo che deve crescere ma il pacchetto difensivo in cui si trova a giocare non permette tutoraggi. Cerca di salire mantenendo alta la difesa ma il bomber della Naziola coadiuvato da Luis Alberto lo mettono in difficoltà nel primo tempo. 5

Veseli – torna a sinistra nel terzetto difensivo e nella prima frazione ha tutto il tempo di interagire con Colantuono. Discute spesso con capitan Di Tacchio visto che i granata non trovano il filtrante sulla catena centrale. Si vede sfilare prima Felipe Anderson, poi Lazzari sulla terza rete avversaria. 5

Motoc – all’esordio in massima serie e in una partita delicata. Ha davanti un tridente di tutto rispetto con Immobile che spesso lo punta e Milinkovic-Savic che riesce a sfuggire. Sul terzo gol laziale non può nulla, troppo veloce Lazzari. 5

Kechrida – non riesce ad entrare in partita nella prima frazione di gioco, tantomeglio, perchè la Lazio punta tutto sull’out di destro con Pedro. Solo corsa e un cross nella ripresa. 5

Obi – fa quel che può a centrocampo ma non riesce a costruire azioni offensive. 5

*Ruggeri – torna in campo dopo quattro mesi e questa è già una buona notizia. s.v.

Di Tacchio – più grinta che tecnica, prende falli e recupera qualche pallone ma spento in fase di impostazione. Nella ripresa prova a muovere la carta ma è tutta la situazione serale all’Arechi che non gira. 6

Schiavone – si becca prima un giallo, poi ne guadagna tanti altri a favore della squadra avversaria che Abisso non estrae. 5

Ranieri – perde un sanguinoso pallone in diagonale, il pallone grazie alla deviazione va a Pedro che fornisce l’assist per Immobile. 5,5

*Perrone – s.v.

Gondo – è la sua partita da ex ma si trova a giocarla nel momento peggiore. Spento rispetto al primo tempo di Verona e poco incisivo anche nel far salire la squadra. 5

*Vergani – s.v.

Bonazzoli – impalpabile nel primo tempo e quasi mai nel pieno del gioco. Nella ripresa è concentrato e nervoso nello stesso tempo, tenta un paio di rovesciate sui pochi cross che gli sono arrivati. 5,5

Colantuono – ogni commento è superfluo, purtroppo, il tecnico ancora una volta deve giocare la sua esperienza granata contro la sfortuna e l’ennesimo caso di positività da Covid-19 dei suoi giocatori. Oggi ha praticamente in panchina quattro Primavera su sette. s.v.

spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari