domenica 26 05 24
spot_img
HomeFrontpageSalernitana-Inter, l'arbitraggio: match tranquillo per Fabbri, ma c'è qualche disattenzione
spot_img

Salernitana-Inter, l’arbitraggio: match tranquillo per Fabbri, ma c’è qualche disattenzione

spot_img
spot_img

La partita tra Salernitana e Inter, terminata 1-1, è stata diretta dall’arbitro Michael Fabbri, della sezione di Ravenna. Per il fischietto classe ’83 quella che ha aperto la 29ª giornata è stata la decima partita in questa Serie A.

Salernitana-Inter

Prima volta per Michael Fabbri alla direzione di una partita della Salernitana in questa stagione. Diversa, invece, la situazione per quanto riguarda l’Inter. Con i nerazzurri il fischietto di Ravenna si era già incontrato in due occasioni: la prima alla 3ª giornata (l’Inter perse 3-1 in casa della Lazio) e la seconda alla 18ª (vittoria per 1-0 al “Meazza” contro il Verona). Ad assistere Fabbri ci sono stati i guardalinee Bresmes e Galetto, il quarto uomo Ayroldi e la coppia in sala VAR NascaLongo.


Potrebbe interessarti anche:


Gli episodi del match

Nel corso della partita, in un paio di occasioni, l’arbitro non ha assegnato calci di punizione in favore della Salernitana quando avrebbe dovuto (soprattutto in due interventi ai danni di Kastanos). Più generoso, invece, è parso in alcuni interventi effettuati ai danni dei giocatori della squadra ospite. Tutto sommato, si è trattato di un match tranquillo che non ha visto il bisogno di interventi del VAR e non c’è stato affatto del nervosismo in campo.

Il primo ammonito della partita è De Vrij, al 34′. Il difensore nerazzurro interviene in maniera dura e decisa su Kastanos. Non c’è cattiveria, ma il tackle è in ritardo e il giallo è giustissimo.

Al 38′ Coulibaly prova a bloccare un passaggio di Mkhitaryan, ma il centrocampista granata è in ritardo e colpisce con un pestone la caviglia dell’interista. Anche in questo caso il cartellino giallo è la scelta corretta.

Al 59′ Piatek si lamenta per una trattenuta della maglia nell’area di rigore nerazzurra. Fabbri non fischia e il VAR interviene per un check. Per Nasca e Longo la trattenuta non è sanzionabile con il rigore e dopo qualche secondo il gioco può riprendere.

Al 70′ viene ammonito Nicolussi Caviglia. Il granata atterra Lautaro in maniera fortuita, mentre prova a difendere il pallone. La punizione in favore degli ospiti è sacrosanta, ma pare severa la sanzione disciplinare per il giovane centrocampista in prestito dalla Juventus.

Minuto 89: Gagliardini entra nella lista degli ammoniti. Il centrocampista dell’Inter ferma Dia con un fallo tattico, pronto a ripartire, lanciatosi verso il centrocampo con la possibilità di sviluppare un contropiede. Anche in questo caso la decisione è giusta.

spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari